spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
mercoledì 28 Settembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Al secondo e terzo posto due donne: la soddisfazione di Debora Faviani

    GREVE IN CHIANTI – Ancora una volta il concorso fotografico sulla sfilata dei rioni grevigiani ("Rioni in piazza") di settembre, organizzato dal Fotoclub Chianti con il patrocinio dell'amministrazione comunale di Greve in Chianti (che ha ospitato le foto nell'ingresso del palazzo comunale) si è chiuso fra premiazione e belle immagini.

     

    A vincere è stato Francesco Bruni; al terzo posto Gloria Cappelletti. Al secondo posto la tavarnuzzina Debora Faviani, che mai come in questo caso incarna lo spirito del puro divertimento e della grande passione per la fotografia. Al di là, ovviamente, di chi arriva primo.

     

    "Facevo le scuole medie e come insegnante di tecnica avevo un professore appassionato di fotografia – ci racconta spiegandoci come si è appassionata alla macchina fotografica – un mondo che a me aveva sempre attirato. Con lui scoprii a piccoli passi la camera oscura: fu una bellissima scoperta insieme ad alcune nozioni sulla fotografia".

     

    "Poi è passato un bel pò di tempo – prosegue – e per tante ragioni la messa in pratica di quel che avevo rapito e imparato tardava… ma la passione non è mai morta in me!".

     

    Fino a quando… "sul mercato arrivano le prime digitali e lì per me è stato un nuovo avvio… . Grazie ad un amico ho comprato la mia prima reflex ed è stato subito amore: le prime prove fotografiche erano per tutto ciò che mi passava davanti agli occhi, cercavo scatti in ogni angolo del mondo".

     

    "La mia passione è stata un crescendo – ricorda – ogni scatto non è stato più banale. E' una passione che mi rapisce, che mi fa star bene e mi offre la possibilità di regalare emozioni. Perché come dico spesso la foto deve parlare, trasmettere, regalare: può esser perfetta quanto vuoi, ma se la foto non parla rimane un'immagine vuota"

     

    "E' così – conclude – che in ogni foto cerco di mettere tutta me stessa. Per far passare le mie emozioni attraverso il mio occhio fotografico: insomma non mi definisco fotografa, non lo sono, e la strada è ancora lunga. Diciamo però che "regalare emozioni con i miei occhi" è la cosa che piu mi piace fare: è un amore, un grande amore".

     

    "Dimenticavo – sorride – a casa non mi "sopportano" più. Le lunghe uscite fotografiche ormai assillano anche la mia famiglia".

    di Matteo Pucci

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...