spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 6 Ottobre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    L’amministrazione comunale ha assicurato il sostegno per la nuova sede del Centro Prelievi

    STRADA (GREVE IN CHIANTI) – I donatori Avis di Strada in Chianti si sono ritrovati domenica 15 dicembre al circolo Acli Aurora per festeggiare il Natale 2013.

     

    Quest'anno la formula dell'evento è stata rivisitata e il consiglio dell'Avis stradese ha scelto di organizzare un'apericena, che ha avuto un grandissimo successo, tanto che la sala delle feste era al completo e tutti i tavoli occupati.

     

    All'evento erano presenti, per l'amministrazione comunale, il sindaco Alberto Bencistà e l'assessore alle politiche socio sanitarie Simona Forzoni.

     

    In un clima di festa e di grande partecipazione il presidente Avis Paolo Mariani, tutto il consiglio e i rappresentanti delle istituzioni hanno fatto gli auguri ai donatori e ai loro familiari. Era presente anche la sezione Avis di Scandicci con una delegazione e la sua presidente Vanna Becherelli.

     

    Durante l'evento anche la comunità musulmana di Greve, di cui molti sono donatori Avis, ha fatto un saluto attraverso il suo presidente Khalid Marouf.

     

    L'Avis in questo momento sta procedendo alle procedure per l'accreditamento che porteranno come conseguenza lo spostamento dei locali per la donazione, che comunque sono situati nel centro del paese e a pochi passi dagli attuali.

     

    L'amministrazione comunale ha assicurato all'Avis (che sta vivendo questa fase con tanto impegno e un po' di logica apprensione) tutta l'attenzione necessaria a fare andare a buon fine questo importante passaggio. 

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...