spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 21 Luglio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Raccolta differenziata: “Greve in Chianti maglia rosa? Ma soprattutto… nera”

    Il Comitato Greve Rifiuti Zero commenta il riconoscimento per la raccolta nel giorno del Giro d'Italia

    GREVE IN CHIANTI – "Greve maglia rosa e nera della raccolta differenziata": è il commento lapidario del Comitato Greve Rifiuti zero in seguito alla notizia del riconoscimento dato dal Giro d'Italia al Comune di Greve in Chianti per la miglior performance sulla differenziata nel giorno della tappa del 15 maggio scorso.

     

    "Questa performance del tandem Giannotti-Sottani – dicono dal Comitato – date per buone le cifre, dimostra che se si vuole, si può raggiungere una raccolta differenziata importante, anche stante l'eccezionalità dell'evento Giro d'Italia".

     

    "Il problema – accusano – è che se si vuol fare l'inceneritore di Firenze, come è nel piani dei rifiuti regionale, non si ha nessun interesse a promuovere nel quotidiano una raccolta differenziata decente, anzi ci si ingegna a rallentare".

     

    Poi ricordano che "a Strada in Chianti, una delle frazioni più popolose, ci si affida ancora agli arcaici cassonetti stradali e raggiungere il 65% di raccolta differenziata, l'obbiettivo minimo europeo che doveva essere già raggiunto da anni, è un miraggio".

     

    "Tutto ciò – concludono – perchè si vuol costruire l'inceneritore di Firenze. Quindi al tandem Giannotti-Sottani in realtà va assegnata la maglia nera".

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...