venerdì 23 Ottobre 2020
Altre aree

    Il fontanello di San Polo in Chianti torna ad erogare acqua liscia e con le bollicine

    L’impianto, installato 9 anni fa, era stato al centro di frequenti atti vandalici. Il Comune lo ha ripristinato con una spesa complessiva pari a oltre 2mila euro

    SAN POLO (GREVE IN CHIANTI) – Il Comune di Greve in Chianti ha ripristinato il fontanello di San Polo, oggetto in più occasioni di atti vandalici.

    L’impianto, installato 9 anni fa, è stato sostituito ed è tornato in funzione grazie ad un intervento sostenuto dall’amministrazione comunale grevigiana.

    “Non si è trattato di una semplice opera di manutenzione ordinaria – ha dichiarato l’assessore all’ambiente Simona Forzoni – ma di un intervento ben più complesso che ha richiesto l’installazione di un nuovo erogatore. Il fontanello di San Polo eroga acqua fresca e gassata di alta qualità”.

    L’importo che la spesa complessiva ha richiesto all’amministrazione comunale supera i 2mila euro.

    L’intervento effettuato ha permesso la sostituzione del filtro a carbone per la declorazione, del prefiltro per il recupero di residui, delle doppie membrane di ultrafiltrazione con certificazione, del frigo-saturatore con sufficienza di raffreddamento e ventilazione interna, degli erogatori al punto di erogazione di acqua liscia e gassata.

    L’acqua è in circolazione continua con pompa di ricircolo e scarico automatico per la quantità di utenza abituale, ogni 15-20 minuti.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...