spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 26 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Scritte oscene sul tabernacolo restaurato e sul fontanello. Il 12 novembre assemblea

    I muri esterni della Cappellina Landi, donata dalla famiglia stradese al Comune di Greve in Chianti e appena ristrutturati dall’Avis di Strada in Chianti, sono stati imbrattati da scritte e disegni osceni nella notte di Halloween. Stessa sorte è toccata al fontanello per la distribuzione di acqua di alta qualità (vedi nelle due foto sopra).

     

    La cappellina, inaugurata solo alcune settimane fa davanti a tantissimi cittadini in festa, la mattina dell’1 novembre si è presentata alle luci del giorno coperta da scritte e disegni offensivi, tanto da far parlare il presidente dell’Avis stradese (che oltre ad averla restaurata l’ha anche in gestione), Paolo Mariani, di “scritte che offendono tutti, compresi genitori e nonni. Forse non pensano che noi possiamo ridipingere la parete e riportarla alla sua bellezza, ma loro hanno imbrattato i loro cuori i loro animi e non so con quale pennello possano essere ripuliti. Mi auguro e vi auguro ragazzi che questi gesti non si ripetano, anche perché non capisco che soddisfazione possano dare; come auguro e invito tutti noi adulti ad essere più vigilanti e più educativi nei confronti dei nostri”.

     


    “Questo gesto – fa eco il sindaco di Greve in Chianti Alberto Bencistà – ha suscitato forte riprovazione nella cittadinanza, in tutto l’associazionismo e, ovviamente, nelle istituzioni a partire dall’amministrazione comunale. Pensiamo di aver già individuato i responsabili e intendiamo sviluppare una campagna di sensibilizzazione perché episodi del genere, si tratti di giovani o meno giovani, non si debbano ripetere”.

     


    “Ricordiamo – dice l’assessore all’ambiente Simona Forzoni – che solo alcune settimane fa nello stesso luogo è stato distrutto il canestro per il basket, spezzate bottiglie di vetro nell’area dell’anfiteatro, divelta la porta del campetto di calcio e altro. L’amministrazione si è sempre mossa prontamente per ripristinare i danneggiamenti, ma è necessario che siano i cittadini stessi a vigilare sul bene comune e a segnalare prontamente alle autorità comportamenti non adeguati”.

     

    “Adotteremo tutte le iniziative necessarie – conclude Bencistà – e metteremo in atto tutti gli strumenti di prevenzione. E, quando non saranno sufficienti, anche di dissuasione. Invitiamo quindi tutta la cittadinanza all’incontro organizzato congiuntamente da Comune e Avis di Strada in Chianti lunedì 12 novembre alle 21.15 presso il Centro Civico: per riflettere su questa vicenda e su quelle che si sono purtroppo verificate nel recente passato”.
     

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...