spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
mercoledì 29 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Tutti più connessi con i servizi di prossimità delle Botteghe della Salute di Greve in Chianti

    Prende il via il progetto di aiuto e facilitazione ai servizi digitali e pubblici rivolto alla popolazione anziana del comune grevigiano

    GREVE IN CHIANTI – Le Botteghe della Salute di Greve e Strada in Chianti attivano un nuovo servizio che aiuta gli anziani a restare “Connessi in buona compagnia”.

    La campagna di alfabetizzazione e facilitazione verso i servizi pubblici e digitali, rivolta agli over 65, promossa dalla Regione Toscana, sbarca a Greve in Chianti attraverso la Bottega della Salute, il servizio di prossimità già presente a Greve, che apre in forma straordinaria sabato 11 dicembre, dalle ore 9 alle ore 14 presso la sede del palazzo comunale di piazza Matteotti, per promuovere le finalità del progetto regionale.

    La campagna “Connessi in buona compagnia” si propone di fornire a coloro che hanno meno familiarità con i computer lo Spid, cioè l’identità digitale per accedere ai servizi della pubblica amministrazione, di permettere l’accesso al proprio fascicolo sanitario elettronico.

    Di scegliere online il proprio medico di base, di scaricare il green pass e di accedere a tutti i servizi online del Comune, al Centro unico di prenotazione (Cup) per visite ed esami, effettuare pagamenti e ottenere informazioni sul trasporto pubblico locale.

    L’obiettivo dell’evento è quello di informare sulle attività di supporto digitale e amministrativo proposte dalle Botteghe della Salute di Greve e Strada, i punti informativi di orientamento alla persona, nati nel territorio grevigiano qualche anno fa per accorciare le distanze tra cittadini e amministrazione comunale.

    La rete delle Botteghe della Salute, attive nel palazzo comunale di Greve e presso il Centro civico di Strada in Chianti, mette a disposizione gratuitamente un sistema di servizi di prossimità che, oltre alla semplificazione delle pratiche, potenzia l’offerta dei servizi digitali, accessibili a tutti.

    “Avevamo già constatato l’efficacia delle Botteghe della Salute durante la pandemia – dichiara il sindaco Paolo Sottani – si erano rivelate infrastrutture utilissime nella complessa fase dell’emergenza sanitaria e continuano ora la loro missione di affiancamento alla cittadinanza in un momento delicato in cui il processo di digitalizzazione rischia di allargare la forbice e amplificare forme di esclusioni e marginalità nei confronti della popolazione anziana”.

    “E’ una risposta concreta al cittadino – aggiunge l’assessore alle politiche sociali Ilary Scarpelli – che scaturisce dalla necessità di snellire e garantire un accesso diretto e veloce ai servizi della pubblica amministrazione”.

    Ilary Scarpelli

    Le operatrici incaricate aiuteranno i cittadini che non hanno facilità di accesso alla rete internet.

    “Il servizio – precisa l’assessore Scarpelli – rivolge una particolare attenzione agli anziani per ciò che riguarda l’eventuale stampa e compilazione della modulistica, attraverso una specifica piattaforma connessa ai sistemi informatici del Comune”.

    Le Botteghe di Greve e Strada sono attive su appuntamento dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 13: telefono 3312630889.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...