lunedì 28 Settembre 2020
Altre aree

    34esima Etichetta d’Autore della Festa dell’Uva: presentazione domenica 13 settembre

    Dalle 10.30, in Sala Don Binazzi, l'autrice Silvia Serafini la presenta al pubblico e si apre anche la sua mostra personale

    IMPRUNETA – Presentazione della 34esima Etichetta d’Autore della Festa dell’Uva di Impruneta, domenica 13 settembre.

    Iniziativa nata trentaquattro anni or sono, che ha visto la generosa partecipazione tra gli altri di artisti del calibro di Annigoni, Talani, Folon, Ciccia, Mertens.

    Etichetta d’Autore che vedrà, peraltro, una sezione dedicata nel Museo/Archivio della Festa che viene inaugurato domenica 20 settembre.

    Domenica prossima invece, dalle 10.30, apertura ufficiale della 94esima Edizione della Festa dell’Uva di Impruneta con l’inaugurazione della mostra dell’artista Silvia Serafini (che ha realizzato la 34esima Etichetta d’Autore) presso la Sala Binazzi in piazza Buondelmonti.

    Silvia Serafini nasce nel 1966 e vive a Firenze da sempre.

    La sua vita è tutta dedicata all’arte, dagli studi giovanili all’Istituto per l’Arte ed il restauro di Palazzo Spinelli e in seguito la Scuola libera del nudo all’ Accademia di Belle Arti di Firenze alle frequentazioni “di Bottega”, dove ha affinato i segreti degli antichi maestri.

    Da oltre 28 anni lavora come pittrice contemporanea e come pittrice di quadri antichi.

    Per quanto riguarda la sua attività espositiva, dal 1988 ad oggi, ha allestito numerose mostre personali e collettive in Gallerie e luoghi pubblici in Italia e all’estero.

    L’Etichetta d’Autore dipinta da Silvia Serafini

    Vanta una vasta schiera di collezionisti in tutto il mondo. Ama tantissimo lavorare su carta ed è per questo che usa l’acquerello abbinato a gessetti ed inchiostri colorati.

    Negli ultimi anni il suo soggetto preferito sono i frammenti di strutture architettoniche secolari, attualizzandoli con la freschezza e la vitalità dei suoi colori, e finestre, come fossero uno sguardo interiore su se stessa e sul mondo .

    “Le mie opere – dice – ritraggono finestre, palazzi, architetture, alla ricerca di un dinamismo in soggetti immobili, ma ultimamente ho ripreso a dipingere anche ritratti di animali per cogliere nel loro sguardo un intensità vibrante che ti prende e che ti emoziona”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...

    Sostengono Il Gazzettino