spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
venerdì 19 Luglio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Impruneta, consiglio comunale aperto su Villa de Larderel il 18 luglio

    Convocato a seguito della richiesta dei gruppi consiliari Impruneta Futura e Voltiamo Pagina: dalle 17 alle 17.30 ci si potrà iscrivere per intervenire

    IMPRUNETA – Convocato a Impruneta un consiglio comunale aperta, nella quale anche i cittadini potranno prendere parole per interventi o domande, strettamente inerenti l’argomento della seduta, previa iscrizione.

    Assemblea convocata a seguito della richiesta dei gruppi consiliari Impruneta Futura e Voltiamo Pagina: il 18 luglio alle 17.30.

    Dalle ore 17, e fino alle 17.30, i cittadini che intendono prendere la parola sono invitati ad iscriversi, fornendo le proprie generalità presso la sala “Giovanni Falcone, Paolo Borsellino e tutte le vittime della mafia”, in piazza Buondelmonti 41, a Impruneta, sede della riunione del consiglio.

    Unico argomento all’ordine del giorno: “Immobile Villa de Larderel: destinazione urbanistica e tutte le azioni necessarie e sufficienti da adottare con solerzia da parte della proprietà per la sua messa in sicurezza”.

    Si parlerà, insomma, dell’ex “Don Gnocchi” di Pozzolatico.

    Abusivi nell’ex “Don Gnocchi” a Pozzolatico, il sindaco Lazzerini: “Questione in mano al Prefetto”

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...