venerdì 7 Agosto 2020
Altre aree

    VIDEO / Uvetto, la mascotte della Festa dell’Uva di Impruneta cerca… il suo volto

    Dicono dall'Ente: "Ci siamo inventati questo simpatico concorso. aperto a tutti e tutte, a neofiti, professionisti, bambini, adulti, per darle un volto"

    IMPRUNETA – Sarà un anno particolare per la Festa dell’Uva di Impruneta. Particolarmente malinconico.

    La decisione di non portare in piazza i carri l’ultima domenica di settembre, il “rito” delle aree rionali che non si animeranno da agosto in poi, rende “orfane” centinaia di famiglie imprunetine.

    Anche per questo l’Ente Festa dell’Uva sta facendo (e farà) del suo meglio per tenere comunque su (almeno un po’) il morale dei rionali.

    Va in questo senso l’ultima iniziativa, annunciata dal video che vedete sopra.

    “Ci siamo inventati questo simpatico concorso – dicono dall’Ente – aperto a tutti e tutte, a neofiti, professionisti, bambini, adulti per dare un volto alla mascotte della Festa dell’Uva”.

    “Un personaggio che si chiama Uvetto – annunciano – e che aspetta la fantasia di chi vorrà partecipare per avere un volto… entro il primo settembre, chi vorrà, potrà spedire la sua proposta a [email protected]“.

    “Seguirà una selezione da parte dell’Ente – concludono – con votazione dei più meritevoli sui nostri social”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA 

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...

    Sostengono Il Gazzettino