spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
sabato 25 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Villa delle Terme ha consegnato alla Misericordia di San Casciano i farmaci raccolti per l’Ucraina

    La struttura dei Falciani: "Grazie a coloro che hanno contribuito alla raccolta. E coloro che porteranno questi farmaci a destinazione"

    FALCIANI (IMPRUNETA) – Sono stati consegnati oggi, mercoledì 16 marzo, nella struttura dei Falciani, i farmaci raccolti da Villa delle Terme da destinare alla popolazione ucraina martoriata dalla guerra.

    Una raccolta fortemente voluta dalla struttura diretta da Laura Ombroni, facente parte del gruppo Korian, e consegnata nelle mani della Misericordia di San Casciano.

    Sarà infatti la Confraternita sancascianese a decidere, anche in base all’organizzazione che si sono date le Misericordie dell’area fiorentina, partenza e destinazione dei farmaci.

    Farmaci che, lo ricordiamo, sono composti da una parte raccolta fra i familiari degli ospiti di Villa delle Terme, che hanno potuto conferirli per una settimana in un apposito spazio.

    L’altra parte è invece composta da una donazione diretta della stessa Villa delle Terme.

    “Ci teniamo molto – dicono i promotori dell’iniziativa – a ringraziare coloro che hanno contribuito alla raccolta. E coloro che porteranno questi farmaci a destinazione”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...