mercoledì 3 Marzo 2021
Altre aree

    Coppie del Chianti: iniziamo da oggi un viaggio nelle piccole-grandi storie delle nostre famiglie

    Alla ricerca della bellezza dei rapporti. Del lavoro e dell'amore. Dei legami. Delle storie familiari che si intrecciano con le comunità. Ringraziando fin da ora, di cuore, chi si racconterà sulle nostre pagine

    Forse qualcuno di voi avrà avuto modo di vedere la trasmissione “Sconosciuti” (la nostra personale ricerca della felicità) su Rai Tre.

    Storie di persone, di coppie, di famiglie. Micro storie che si intrecciano con la storia collettiva.

    Il tempo che passa, le stagioni che si susseguono. Le gioie e i dolori. Il percorso personale che diventa (anche) percorso di comunità.

    Iniziamo quindi oggi, raccontando la storia di Franco e Gina Guarducci, da Tavarnelle, grazie al lavoro dei nostri bravissimi giornalisti sul territorio, un ciclo di articoli dedicato alle “nostre” coppie.

    # Quattro anni da fidanzati e 67 da sposati: Franco e Gina Guarducci, un amore lungo una vita

    Alle coppie del Chianti. A coloro che possono essere storia, esempio, identità.

    Alla ricerca della bellezza dei rapporti. Del lavoro e dell’amore. Dei legami. Ringraziando fin da ora, di cuore, chi si racconterà sulle nostre pagine.

    Alla fine vorremmo che venisse fuori una sorta di “antologia chiantigiana”. Un puzzle di storie che andranno a comporre un quadro di insieme.

    Perché, mai come adesso, dobbiamo stringerci.

    Raccontarci chi siamo per decidere, insieme, chi vogliamo essere domani.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...