spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 13 Giugno 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    “Se mettete nuovi alberi nei giardini del Piazzone al posto dei pini… bagnateli!”

    "Ho notato che sono state sostituite diverse piante che allo stato attuale sono disseccate"

    I pini che formano la pinetina del settore giochi del Piazzone me li ricordo piccoletti negli anni ’50 del Novecento. Presumo siano stati piantati  subito dopo la guerra.

    Poi col crescere stanno divenendo un problema di carattere tecnico ed economico, perché quando sono ai lati delle strade fanno sollevare il manto stradale, nei giardini sono un pericolo costante perché non avendo apparato radicale a fittone, come il cipresso, tendono al “ribaltamento”.

    Anche a Roma in questi giorni ne è crollato uno enorme. Per risolvere il problema sicurezza è stato deciso di fare tabula rasa e di sostituirli con altre piante, che per ricreare un ambiente gradevole occorreranno una decina di anni.

    Ho notato che sono state sostituite diverse piante che allo stato attuale sono disseccate.

    Poi c’è l’altro problema sociale; il gruppo di “guastatori di opere pubbliche”.

    Quando eravamo piccoli noi “ottantenni” c’era un controllo capillare sugli adolescenti; dalla
    Chiesa alle organizzazioni politiche.

    Se qualche adulto notava che qualche ragazzo aveva combinato qualcosa di anomalo veniva sgridato subito e veniva riferito ai genitori la marachella, che difficilmente la passava liscia.   

    Ora nessuno può fare reprimende ad alcuno senza incorrere nella violazione della “privacy” o avere genitori che si rivoltano contro chi ha osato “riprendere” il figlio.

    I casi che riguardano gli insegnanti sono alla cronaca giornaliera… .

    R.B.

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Scrivi anche tu... al Gazzettino del Chianti!

    Devi segnalare un disservizio? Contattare la nostra redazione? Scrivere una lettera al direttore? Dire semplicemente la tua? Puoi farlo anzi... devi!

    Scrivici una mail a: redazione@gazzettinodelchianti.it

    Leggi anche...