spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 27 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    A Montefiridolfi sorrisi ed esperienze: tra pomodori verdi e manufatti in ceramica

    Il progetto Strada Facendo, realizzato dall'Associazione Per Crescere Insieme, è stato finanziato dalla Chiesa Valdese

    MONTEFIRIDOLFI (SAN CASCIANO) – Il gusto intenso dell’integrazione ha il sapore equilibrato e sfizioso di una confettura ai pomodori verdi.

    Coltivati con cura, raccolti e cucinati dai giovani diversamente abili dell’Associazione per Crescere Insieme nei laboratori esperienziali outdoor condotti a Montefiridolfi.

    La marmellata realizzata con i pomodori verde smeraldo provenienti dall’orto adiacente al circolo Acli della frazione è uno dei frutti migliori, pieni di qualità biologiche e non solo, che racconta l’esperienza di lavoro e integrazione volta ad unire persone normodotate e con abilità differenti nell’ambito del progetto “Strada facendo”.

    Realizzato dall’Associazione per Crescere Insieme, in collaborazione con il Comune di San Casciano e cofinanziato con i fondi 8 x 1000 Chiesa Valdese.

    Quella dell’ortocultura è una delle attività di “work experience” che l’associazione ha proposto alle persone diversamente abili, con l’intento di inserirle in un ambiente funzionale a ricreare l’atmosfera lavorativa.

    Il progetto, che si rivolge a persone adulte con disabilità intellettiva media e grave, ha permesso di sperimentare elementi di autonomia anche attraverso uno specifico laboratorio di ceramica e un’attività di interazione con il tessuto della comunità.

    L’iniziativa è stata possibile grazie al sostegno di un cittadino che ha concesso uno spazio nella frazione di Cerbaia e all’attività professionale di Marco Tombelli, ceramista di Montelupo Fiorentino.

    “I ragazzi hanno cominciato a prendere dimestichezza con pennelli e tinta – dichiara Sabrina Mangani dell’Associazione per Crescere Insieme – hanno studiato la materia e in pochi mesi si sono resi capaci di realizzare manufatti decorati a mano”.

    “Uno degli aspetti positivi di questo progetto – continua – è stato il laboratorio aperto alla cittadinanza e l’angolo del mercatino che abbiamo realizzato insieme ai nostri abili operatori. I ragazzi hanno creato anche dei marcatori per piante in ceramica, utili e funzionali alla coltivazione del loro orto.

    “Un bell’esempio di percorso socio-educativo – aggiunge l’assessora alle politiche sociali del Comune di San Casciano, Elisabetta Masti – che può migliorare la qualità della vita di un’intera comunità”.

    “Ed essere incisivo – conclude – per lo sviluppo e il potenziamento delle autonomie rivolto alle persone con disabilità cognitiva anche in funzione del progetto dopo di noi”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...