spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 27 Settembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Un incontro davvero curioso con Caterina e il suo proprietario Severino

    SAN PANCRAZIO (SAN CASCIANO) – Non capita tutti i giorni di incontrare al bar persone che al posto del cane, portano con sé un esemplare di… alpaca.

     

    Noi lo abbiamo incontrato mentre era comodamente seduto al tavolino del forno bar alimentari di Graziella, sulla via Certaldese, a San Pancrazio.

     

    "Si chiama Caterina, ha due anni", ci dice il proprietario mentre si gode la giornata con la sua docile amica.

     

    "E’ buonissima e intelligente – racconta – Ogni tanto la porto con me a prendere un caffè, naturalmente lei però prende una carota. L’accarezzi pure senza fare movimenti veloci".

     

    E’ incredibile quanto sia morbida. Ma non era più semplice prendere un cane? "In realtà sono un allevatore di alpaca, vivo a Montespertoli, ho altri esemplari ma Caterina è speciale, come la sua lana. Pensi che tra poco devo riportarla a casa perché i suoi bisogni li fa solo nel suo recinto. Con me ho comunque la paletta, ma non l’ho mai adoperata".

     

    Caterina è ormai conosciuta a San Pancrazio, specialmente dai ragazzi che si fermano, l’accarezzano e la salutano.

     

    Lei con gli occhioni grandi e dolci si lascia accarezzare, mentre il suo padrone Severino l’osserva compiaciuto. E lei avvicinandosi, al suo viso, va a dargli una leccatina.

    di Antonio Taddei

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...