spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
mercoledì 28 Settembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Ha lavorato molto per animare la vita del paese. Il pensiero del sindaco Pescini

    MERCATALE (SAN CASCIANO) – Antonio Scialdone aveva ancora diversi progetti, sogni per San Casciano: non a caso era entrato a far parte con entusiasmo della rinnovatissima Pro Loco, presieduta da Neri Torcello.

     

    Nonostante si fosse trasferito da Mercatale a Firenze infatti, era saldissimo il legame con un territorio che amava e per il quale si è speso tanto negli anni.

     

    Purtroppo una rapida malattia l’ha strappato ai suoi cari, alla moglie e alle due figlie: aveva sessantotto anni. I funerali si sono svolti nella chiesa dei Santi Fiorentini a Firenze martedì 26 novembre.

     

    Scialdone è stato un valido presidente dell’Associazione Sviluppo Mercatale 2002, nata per promuovere e valorizzare Mercatale. Dopo alcuni anni dalla sua iniziale fondazione ebbe un fisiologico calo di “entusiasmo”. E così Antonio Scialdone, che nel frattempo era tornato ad abitare nella frazione, innamoratosi di questo territorio, si prese l’impegno di rifondarla.

     

    Non cambiando però la denominazione per rispetto dei precedenti fondatori, ma aggiungendo l’anno del proseguimento dell’iniziativa, ovvero il 2002.

     

    Insieme con un volenteroso gruppo di persone si impegnò in varie iniziative: ad esempio il "Mercantolio", organizzato assieme al Consorzio dell’olio Dop Chianti Classico e allestito in piazza Vittorio Veneto, con l’opportunità di muoversi sul territorio per visitare le orciaie di varie fattorie.

     

    La sua presidenza è durata per un decennio, dopodiché vi subentrò un altro valido presidente, Maurizio Nunzi Conti.

     

    "Nei sui confronti – dice il sindaco di San Casciano Massimiliano Pescini – ho sempre provato affetto e un'enorme stima per le sue qualità umane e sociali".

     

    "Grande organizzatore – conclude Pescini – maestro di metodo, uomo dalla vita complessa e piena di incarichi e lavori importanti. Era un grande professionista, professionale anche nello stile e nei comportamenti".

     

    Scialdone faceva parte anche dal consiglio di amministrazione della Fondazione ChiantiBanca San Casciano. Ed è il presidente del Cda, Stefano Mecocci, a tracciarne un profilo.

     

    "Perdiamo una persona seria – dice Mecocci – affidabile, capace, che ha sempre svolto un ruolo discreto, importante e determinante all'interno della Fondazione. In questo momento siamo tutti vicini alla famiglia di Antonio".

     

     

    di Antonio Taddei – Matteo Pucci

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...