spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 2 Ottobre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    L’incredibile plastico realizzato in sei mesi: domenica visibile per tutto il giorno

    MERCATALE (SAN CASCIANO) – Alberto Coveri per il secondo anno è tornato a esporre le sue opere di bricolage in piazza Vittorio Veneto, a Mercatale, in occasione delle feste di Natale.

     

    E se nel 2012 ha stupito riproducendo fedelmente il plastico di piazza del Popolo, quest’anno è riuscito nuovamente a stupire non solo i “mercatalini” che ben conoscono il loro genio, ma anche chi si è fermato a Mercatale entrando nelle tre stanze allestite per l’occasione.

     

    Ecco la nuova opera: la riproduzione fedele di piazza Vittorio Veneto, anche questa curata nei suoi minimi particolari.

     

    Alberto, non finisce mai di stupire nelle sue realizzazioni…

    "Se per la prima (il plastico di piazza del Popolo) è stato più difficile poiché era la prima volta, questa volta devo dire che è stato più semplice".

     

    In quanto tempo è riuscito a realizzare piazza Vittorio Veneto?

    "Circa sei mesi lavorando per circa quattro ore al giorno".

     

    In questa realizzazione ha aggiunto un particolare, la chiesa di Santa Maria la si può ammirare anche nei particolari dell’interno, il quanto il tetto si può togliere…

    "Sì, si notano i confessionali, l’organo, l’altare, ma ho voluto portare in evidenza un altro particolare che oggi purtroppo non si può più vedere".

     

    Ossia?

    "Vede, nel soffitto c’era un affresco che purtroppo oggi è stato ricoperto dall’imbiancatura".

     

    Siamo certi che c’era?

    "Perbacco l’ho visto io da ragazzo! E non solo, ho ritrovato su internet la foto dell’affresco che ho così riprodotto sul modellino del tetto della chiesa. Le dirò di più, se avessi i soldi avrei cercato una ditta capace di riportarlo alla luce, ammesso che non sia stato rovinato, o in alternativa l’avrei fatto ridipingere fedele a com’era in origine".

     

    Possiamo allora sotto il suo suggerimento lanciare un appello se qualcuno è disposto a riscoprire, o in alternativa riprodurre l’affresco, naturalmente sotto forma di beneficenza?

    "Magari, anche se ritengo sia difficile trovare qualcuno".

     

    Ormai ha preso il “via”, ha già un progetto per un nuovo scorcio da proporre il prossimo anno?

    "Alberto si allontana un attimo e torna con una carta arrotolata. Eccoli qui, sono due i progetti che ho già in mente!".

     

    Ce ne può svelare perlomeno uno?

    "Preferisco di no (sorride) altrimenti che sorpresa sarebbe?".

     

    Intanto le stanze si animano di persone tutte incuriosite dei lavori di Alberto Coveri: bambini con gli occhi sgranati, ma anche i grandi con quegli oggetti in mostra tornano a sognare.

     

    Prossima apertura della mostra di bricolage domenica 15 dicembre con orario 9-12 e 15-19.

    di Antonio Taddei

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...