spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
venerdì 14 Giugno 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    San Casciano, lutto cittadino in segno di rispetto e riconoscenza per Massimiliano Pescini

    Il sindaco invita i titolari di attività commerciali ed i pubblici esercenti a rispettare lo spirito del lutto cittadino e a sospendere la propria attività dalle ore 15.30 alle ore 16 abbassando la saracinesca

    SAN CASCIANO – Il sindaco di San Casciano, Roberto Ciappi, ha disposto la proclamazione del lutto cittadino per domani, lunedì 27 maggio, giorno in cui si svolgeranno i funerali di Massimiliano Pescini.

    Previsti alle ore 15.30 presso la Collegiata di San Casciano, nel capoluogo.

    Presso gli edifici pubblici saranno esposte le bandiere a mezz’asta e saranno sospese per tutta la giornata le attività ludiche e ricreative incompatibili con il carattere luttuoso della giornata.

    Ieri è prematuramente scomparso all’età di 49 anni Massimiliano Pescini, sindaco del Comune di San Casciano dal 2009 al 2019, consigliere Metropolitano dal 2014 al 2019 e membro del consiglio regionale della Toscana dal 2020 ad oggi.

    Considerati il ruolo che Massimiliano Pescini ha ricoperto in questi anni, sia da sindaco che da consigliere metropolitano e regionale, e la profonda commozione che l’evento luttuoso ha suscitato in tutta la comunità, l’amministrazione comunale ha ritenuto opportuno procedere con la proclamazione del lutto cittadino.

    Interpretando così il comune sentimento della cittadinanza, in segno di rispetto e riconoscenza verso la persona di Massimiliano Pescini.

    Il sindaco invita inoltre i titolari di attività commerciali ed i pubblici esercenti a rispettare lo spirito del lutto cittadino e a sospendere la propria attività dalle ore 15.30 alle ore 16 del 27 maggio abbassando la saracinesca.

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...