spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
venerdì 9 Dicembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Si parte a Villamagna; poi Capannuccia e infine nella sala consiliare del Comune

    BAGNO A RIPOLI – Cominciano gli incontri pubblici di presentazione del bilancio di previsione 2013 ai cittadini ripolesi, intitolati "Presentazione del Bilancio di previsione 2013. Patto di stabilità e non solo: progetti e servizi innovativi per la Comunità".

     

    Tre i primi appuntamenti in programma: Circolo Camillo Protto, via Villamagna 113 a Villamagna, mercoledì 12 giugno alle 21.30. Presenti: Luciano Bartolini, sindaco di Bagno a Ripoli; Francesco Casini, assessore al bilancio; tecnici dell'amministrazione comunale; Sms Capannuccia, via di Tizzano 158 Capannuccia, lunedì 17 giugno alle 21.30. Presenti: Bartolini, Casini, e i tecnici.

     

    Infine, in Sala Consiliare Falcone e Borsellino, presso il palazzo comunale, giovedì 20 giugno alle 21.30. Presenti: Alessandro Petretto, ordinario di Economia pubblica alla Facoltà di Economia di Firenze; Stefano Casini Benvenuti, direttore Irpet (Istituto Regionale Programmazione Economica della Toscana); Bartolini, Casini, gli altri assessori della giunta, i tecnici dell'amministrazione comunale.

     

    "Avviamo questo ciclo di incontri di presentazione del bilancio comunale, partendo dalle frazioni – dicono Bartolini e Casini – Un bilancio che quest'anno come non mai è stato di difficilissima costruzione, a causa del pluricitato patto di stabilità, dei continui tagli ai trasferimenti statali, delle continue trasformazioni della fiscalità locale e dell'incertezza normativa in primo luogo su Imu e Tares".

     

    "Un contesto – proseguono – che ha visto per il nostro Comune minori risorse per milioni di euro e ci ha costretti ad arrivare al periodo estivo per portare il bilancio alla discussione del consiglio comunale. Un contesto difficilissimo che abbiamo affrontato con tenacia e che non ci ha impedito di investire su sociale e scuola, mantenendo alti livelli e qualità dei servizi offerti dal Comune".

     

    "Alla crisi della realizzazione di opere pubbliche tramite il bilancio comunale – continuano – abbiamo risposto con la "cattura" di fondi regionali, nazionali ed europei, con l'innovazione e la fantasia nell'organizzazione dei servizi sociali ed educativi, con l'ulteriore riduzione della spesa corrente, con il Piano Energetico Comunale. È proseguita la pratica di "Amministrare senza soldi o quasi", con l'apertura di nuovi servizi: monitoraggio a distanza, tutoraggio badanti e famiglie, apertura del laboratorio creativo per i malati di Alzheimer; l'esperienza diffusa de "La forza dell'anziano"".

     

    E ancora, concludendo, "l'apertura dello sportello informativo per la prevenzione degli infortuni e la sicurezza nei luoghi di lavoro; lo sviluppo dell'attività della Fondazione "Nuovi Giorni" (apertura appartamento di via Tegolaia, a Grassina); i nuovi appartamenti alle Case di San Romolo; l'articolazione e lo sviluppo qualitativo dei servizi rivolti alla non autosufficienza; la crescita del progetto educativo "Più Vicino è Più Buono"; l'attività svolta dagli operatori di strada con i giovani".

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...







    I Cammini dell'Acqua