spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
sabato 10 Dicembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Nei prossimi giorni il via ai lavori: vi diamo la mail per inviare i curriculum

    Aprirà i battenti il prossimo 2 settembre, e i lavori dovrebbero iniziare nei prossimi giorni: stiamo parlando del nuovo Burger King che sta per arrivare a Ponte a Ema (quello nella foto è un nostro fotomontaggio con il logo piazzato sulla struttura attuale), davanti alla "rotonda" di smistamento della viabilità: da un lato si va verso l'ospedale di Ponte a Niccheri e l'Antella, dall'altro verso Grassina.

     

    Qui, dove una volta c'era una concessionaria auto, sorgerà un nuovo fast food che darà lavoro a 30-40 addetti: all'inizio la metà sarà di nuova assunzione mentre l'altra metà arriverà da altri locali aperti in Toscana dalla società che sta creando anche questo di Ponte a Ema.

     

    L'avventura dei Burger King gestiti dalla "Arranger Consulting Srl" è infatti iniziata dagli ex locali Lazzi in piazza Adua e piazza Stazione, a Firenze. Proprio qui dove negli anni Novanta nacque uno dei primi fast food a Firenze, ovvero "Italy & Italy". A seguire è arrivato il locale in piazza Alberti, sempre a Firenze, poi quello a San Vincenzo, sulla costa livornese. Adesso è il turno della provincia fiorentina e di un'area strategica, a cavallo fra Firenze e il Chianti.

     

    Dicevamo le assunzioni: via via che i ragazzi nuovi assunti prenderanno confidenza con il lavoro, gli altri torneranno ai loro locali originari, mentre si provvederà a nuove assunzioni. Fino ad arrivare, come detto, alla forza lavoro prevista di 30-40 addetti.

     

    Molto dipenderà anche dagli orari di apertura: la previsione di apertura iniziale è dalle 12 alle 24. Ci sarà anche la corsia "drive" e poi, in base all'affluenza, verrà deciso se e come come variare l'orario, con possibilità anche di ampliamento notturno. I curriculum vitae si possono inviare via mail a curriculum@studiolisi.eu. Poi i candidati potranno essere ricontattati.

     

    E' chiaro che questo è tendenzialmente un lavoro per giovani, diciamo dai 20 ai 35 anni. I turni di lavoro possono essere di 4, 6 e 8 ore: si parte con contratti a tempo determinato e poi si può passare a tempo indeterminato. Dall'inizio della sua attività, ovvero dal 20 agosto 2013 (data della sua prima apertura), il gruppo ha già assunto 80 dipendenti: con Bagno a Ripoli supererà ampiamente le cento persone.

     

    La particolarità di tutti i locali della Burger King e in particolare di questo, è che sulla terrazza dell'immobile, nella bella stagione, verrà inaugurato uno spazio che servirà in modo rapido prodotti locali: vino, taglieri, prosciutti, formaggi, birra. Toscanità e chiantigianità: inoltre saranno a disposizione anche menù per celiaci senza glutine.

     

    "Cerchiamo location belle – ci dicono i responsabili della società che sta portando avanti l'iniziativa – Del resto è sempre meglio stare in mezzo… al bello. E' un fast food, ma quando il panino è fatto espresso, come nel nostro caso, si mangia davvero bene. Il pane viene scaldato al momento dell'ordinazione, gli hamburger sono cotti alla griglia e non alla piastra. Le insalate e le verdure sono freschissime, acquistate dalla Cooperativa di Legnaia".

     

    "E alla fine – concludono – tutto questo ti dà la fragranza del prodotto. Abbiamo standard severissimi dalla Burger King, fanno ispezioni con continuità. E' sempre un fast food insomma… ma con grande attenzione alla qualità".

    di Matteo Pucci

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...







    I Cammini dell'Acqua