spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
sabato 25 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Il sindaco Bartolini in Regione per cercare di scongiurare la chiusura dello sportello

    Lunedì 17 dicembre si è svolta in Regione una riunione di 40 sindaci di tutta la Toscana, fra cui anche Bagno a Ripoli (toccato dalla chiusura di Osteria Nuova), nella quale è stata affrontata la questione della chiusura dei piccoli uffici postali.

     

    “I sindaci – spiega il sindaco Luciano Bartolini – hanno chiesto alla Regione di intervenire presso Poste Italiane Spa perché la società riconsideri la chiusura, nonché le modalità e i tempi della sua attuazione. È infatti inaccettabile trovarsi di fronte a un fatto compiuto! Occorre più tempo per ricercare strumenti per ridurre i danni ai cittadini, magari integrando, nel rispetto del legittimo regime di concorrenza, i servizi postali con quelli delle banche o di altre strutture locali, o utilizzando, perché no?, spazi comuni".

     

    "Alla Regione – prosegue – è stato poi chiesto di farsi interprete di tali esigenze e problematiche presso il Governo nazionale, poiché la questione è nazionale e coinvolge tutte le Regioni. Bisogna quindi che il Governo evidenzi a Poste Italiane il fatto che è comunque una società il cui capitale è detenuto al 100% dallo Stato italiano attraverso il Ministero dell'Economia e delle Finanze e che ha il privilegio, cioè gli utili che le derivano dalla gestione delle pensioni. Quindi: niente perdite, ma nemmeno gravare sulle spalle dei cittadini".

     

    "In sintesi – conclude – l'incontro si è concluso con una dichiarazione dei sindaci di non condivisione del metodo riorganizzativo utilizzato da Poste Italiane e con una duplice richiesta: di una proroga della chiusura, in modo da tenere aperta la trattativa; di un incontro fra la Regione Toscana e l'Uncem (Unione Nazionale Comuni Comunità Enti Montani). Stando alle nostre informazioni, quest'ultimo incontro dovrebbe svolgersi oggi stesso".

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...