spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 24 Giugno 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    “I Cioccolatini della Ricerca” nelle piazze ripolesi con AIRC: sabato 10 novembre

    Iniziativa di raccolta fondi per l'associazione, in programma nel capoluogo, a Grassina e Antella

    BAGNO A RIPOLI – Un cioccolatino per sostenere la lotta contro i tumori. Sabato 10 novembre l'Associazione italiana per la ricerca contro il cancro (AIRC) porterà nelle piazze del territorio i “Cioccolatini della Ricerca”.

     

    Si tratta di una distribuzione di cioccolatini in cambio di una quota associativa ad Airc con lo scopo di raccogliere fondi da destinare al finanziamento di progetti di ricerca oncologica. I volontari di Airc saranno presenti al giardino “I Ponti” nel capoluogo, in piazza Umberto I a Grassina e in piazza Peruzzi all'Antella per tutto il giorno, dalle 7 alle 19.

     

    L'iniziativa si svolge con il patrocinio del Comune di Bagno a Ripoli e si inserisce nel più ampio appuntamento con "I Giorni della Ricerca di Airc" in programma da domenica 4 a domenica 11 novembre, per informare il pubblico sui progressi raggiunti dai ricercatori nell'ambito della prevenzione, della diagnosi e della cura del cancro, e per presentare le nuove sfide che l’Associazione e la comunità scientifica dovranno affrontare per rendere il cancro sempre più curabile.

     

    Per sostenere concretamente l’attività dei circa 5mila scienziati Airc impegnati nei laboratori di università, ospedali e istituzioni di ricerca, il 10 novembre “I Cioccolatini della Ricerca” saranno in oltre mille piazze italiane.

     

    A fronte di una donazione minima di 10 euro, i volontari dell’associazione consegneranno una confezione con 200 grammi di cioccolato fondente.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...