spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 16 Luglio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Luciano Bartolini: “Ha intrapreso un altro viaggio, qualunque esso sia”.

    “La signora scomparsa ad Antella alcuni giorni fa è stata ritrovata senza vita nel tardo pomeriggio di ieri. La notizia è arrivata mentre la comunità di Bagno a Ripoli si apprestava ad ospitare nella sala consiliare Falcone e Borsellino il cardinale Silvano Piovanelli. Abbiamo osservato un minuto di silenzio come segno di rispetto e di saluto, una sorta di abbraccio collettivo per un'anima che ha intrapreso un altro viaggio, qualunque esso sia".

     

    Sono le parole del sindaco Luciano Bartolini all'indomani del ritrovamento, in Arno, del cadavere di P.B., 78 anni, scomparsa dall'Antella nei giorni scorsi (clicca qui per leggere l'articolo).

     

    "Come sindaco di Bagno a Ripoli – prosegue – desidero ringraziare con grande partecipazione la Prefettura di Firenze, in particolare la dottoressa Anna Maria Santoro, i carabinieri guidati dal maresciallo di Grassina Antonio Bonafede, i vigili del fuoco e gli operatori e i volontari della Protezione Civile che, come sempre, hanno dedicato competenze, tempo, energie e speranze in questi giorni di assidue ricerche".

     

    "Con loro – conclude – abbiamo avuto un contatto costante e un grande spirito di collaborazione, che ci ha permesso di costruire insieme una nuova grande prova di solidarietà e umanità che ci fa continuare a sperare nella possibilità di costruire un futuro migliore”.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...