mercoledì 8 Luglio 2020
Altre aree

    Quattro Rotary Club, 5.000 mascherine consegnate all’ospedale di Ponte a Niccheri

    Anche i club San Casciano Chianti e Bagno a Ripoli nell'iniziativa a sostegno del Santa Maria Annunziata

    PONTE A NICCHERI (BAGNO A RIPOLI) – I Rotary Club Firenze Valdisieve, Bagno a Ripoli, San Casciano Chianti, Bisenzio Le Signe, uniti assieme per fronteggiare l'emergenza Covid-19, hanno finanziato un'azione di sostegno alle strutture sanitarie che servono il nostro territorio.

     

    In particolare i presidenti Alessandro Pulcinelli (Rotary Club Valdisieve), Duccio Viligiardi (Bagno a Ripoli), Leandro Galletti (San Casciano Chianti), Chiara Pagni (Bisenzio Le Signe) hanno individuato, insieme ai rispettivi club, come obiettivo l’ospedale Santa Maria Annunziata di Ponte a Niccheri.

     

     

    "Dopo aver contattato un’importante e storica azienda del territorio fiorentino – spiegano – la società Olinto Martelli Srl di Firenze, che fornisce materiale sanitario ad enti pubblici, ospedali, case di cura, ambulatori per tutta l’area toscana, abbiamo fatto un ordine del materiale sanitario indicato dai medici della struttura".

     

    Tra cui 5.000 mascherine, per un importo complessivo di 9.000 euro: materiale che, come vediamo dalle foto, è già stato consegnato al Santa Maria Annunziata.

     

    di MATTEO PUCCI

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...