lunedì 10 Agosto 2020
Altre aree

    Da Grassina: “Ho sempre difeso la raccolta porta a porta, ma adesso sta creando gravi disagi”

    "Ritiro pannolini: prima saltato del tutto. Li rimetto fuori a un altro orario e di due sacchetti inseriti ne prendono solo uno. E l'estate non aiuta certo gli odori..."

    Buongiorno, sono ormai alcuni giorni che penso se scrivere o meno questa lettera, ma oggi sono arrivata al punto di rottura.

    Mi spiego meglio, sono una cittadina di Grassina da sempre contraria al porta a porta perché lo ritenevo un servizio che creava più disagi che benefici.

    Da quando è iniziato nella mia via mi sono però dovuta ricredere e i ritiri sono sempre stati fatti puntualmente e in maniera molto precisa anche all’inizio quando tutti dovevamo prenderci un po’ la mano.

    Ho difeso il servizio porta a porta con tutti quei cittadini di Grassina che lo hanno sempre criticato ed ho più volte rimproverato tutti quei cittadini che andavano a portare l’immondizia a Ponte Ema perché c’erano ancora i cassonetti. Ma oggi, dopo l’ennesimo parziale ritiro, mi sono veramente stufata.

    Lunedì 29 giugno ho chiamato personalmente Alia perché sapevo che con il cambio di orari e di giorni di conferimento probabilmente sarebbe cambiato anche il servizio di ritiro pannolini.

    L’operatore al telefono mi ha detto che il servizio veniva effettuato solamente il lunedì e il venerdì sempre in orario diurno, ma non mi ha saputo indicare l’orario preciso mi ha detto indicativamente verso le 11 la mattina.

    Ieri mattina ho esposto il mio bidone per il ritiro ma nel pomeriggio quando sono rientrata in casa era sempre pieno, quindi ho richiamato Alia per sottolineare il disservizio.

    E questa volta l’operatore mi ha detto che il ritiro dei pannolini viene effettuato il lunedì e il venerdì, ma in orario notturno.

    Ho esposto quindi il bidone dei pannolini insieme all’organico per il ritiro dalle 20 alle 22: stamani mattina quando sono andata a prendere il bidone per rimetterlo a posto in garage ho scoperto che invece dei due sacchetti che avevo messo nel bidone ne è stato ritirato solamente uno.

    Io comprendo che dopo una settimana non possiamo pretendere che tutto sia perfettamente a regime, e che il servizio porta a porta è stato esteso a tutto il comune e che quindi il nuovo personale deve capire come effettuare i ritiri; quello che non capisco è perché è stato effettuato solo un ritiro parziale, la trovo una mancanza di rispetto nei confronti dei cittadini che pagano le tasse.

    Io sono una persona molto fortunata e ho un garage dove posso mettere il bidone in attesa del prossimo ritiro ma mi domando come facciano tutte quelle persone che non hanno un posto dove mettere la spazzatura in attesa del ritiro successivo.

    L’estate poi non aiuta con gli odori che emanano alcuni sacchetti.

    Spero che questa situazione sia risolta al più presto e nel miglior modo possibile altrimenti la smetterò di difendere un servizio utile alla società ed alla salute dei nostri figli, e mi vedrò costretta a trovare una soluzione più efficace al problema.

    Grazie mille.

    Giulia Ronchi

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Scrivi anche tu... al Gazzettino del Chianti!

    Devi segnalare un disservizio? Contattare la nostra redazione? Scrivere una lettera al direttore? Dire semplicemente la tua? Puoi farlo anzi... devi!

    Scrivici una mail a: [email protected]

    Leggi anche...

    Sostengono Il Gazzettino