spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
mercoledì 8 Dicembre 2021
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    “Different to play”: a Bagno a Ripoli per mettere a tavola i volontari che hanno sostenuto l’evento

    Una cena alla Fratellanza Popolare di Grassina per dire grazie a tutti colore che hanno favorito l'evento che ha messo insieme sport e disabilità

    BAGNO A RIPOLI – Martedì 19 ottobre, ospite della Fratellanza Popolare di Grassina, “Different to play” terrà una cena volta a rendere merito ed ad elogiare la grande collaborazione delle associazioni di volontariato (Croce Rossa Bagno a Ripoli e Firenze, Croce di malta delegazione Firenze, ANPAS- Humanitas Firenze, Parte Guelfa, Misericordia Badia a Ripoli e Antella) e dei loro volontari che hanno permesso la realizzazione della prima edizione di DIFFERENTtoPLAY.

    Ovvero un evento di sport e disabilità, sostenuto dall’Associazione Gabriele Borgogni onlus, che si è tenuto nei giorni 11 e 12 settembre scorsi presso il piazzale J.F. Kennedy a Firenze, e realizzato grazie ad azioni di volontariato e di beneficenza.

    L’evento ha visto coinvolte 26 associazioni (tra cui, in territorio ripolese, la Rosa dei Venti aps e Tennis Antella), oltre alla polizia municipale con il camper della legalità, che si occupano di disabilità e sport in varie forme, le quali hanno partecipato con vere e proprie esibizioni e simulazioni sportive o culturali, con un allestimento di materiali che ha visto coinvolti circa 70 volontari di varie associazioni.

    Permettendo ad un piccolo evento, alla sua prima edizione, di suscitare grande interesse e partecipazione, sia da parte delle istituzioni (dalla Regione Toscana al Comune di Firenze, passando per il Consorzio di Bonifica del medio Valdarno) che da parte della popolazione, potendo incassare un ottimo risultato sul fronte inclusione sociale.

    “La forte collaborazione tra associazioni – dichiarano gli organizzatori, Valentina Borgogni, Alessandro Piccardi e Noemi Salvati – lo spirito del volontario, la grande capacità di sostenere la nostra società, sono tutti aspetti che, per lo più, quotidianamente si danno per scontato”.

    “Ma coloro che per vocazione o per amore scelgono di donare il proprio tempo a principi, idee, persone – rimarcano – o più semplicemente di mettersi al servizio della comunità, lo fanno unicamente per una spinta verso l’altro che crea cassa di risonanza migliorando quotidianamente ogni aspetto della nostra società, anche attraverso la possibilità di realizzare un evento che parla di inclusione”.

    “L’associazione Gabriele Borgogni onlus, da sempre, crede nella forza del volontariato e nella sua capacità di migliorare la nostra società – afferma Valentina Borgogni – Poter ringraziare tutti i volontari è, per noi un dovere”.

    “Ho fortemente voluto – prosegue Noemi Salvati – trovando grande sostegno da parte della fratellanza Popolare di Grassina, portare questa cena sul territorio ripolese in quanto sede di un grande un esempio di collaborazione tra l’associazione”.

    “E per questo – conclujde – a nome di tutto il comitato organizzatore voglio ringraziare la Fratellanza Popolare che ci ha accolti con calore e disponibilità”. 

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...