spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 7 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Fiori per Eloy nel luogo in cui è stato investito. Il sindaco: “Un grazie alle forze dell’ordine”

    "In molti si fermano per qualche istante scuotono la testa, ancora increduli di fronte a una tragedia che sembra assurda. Aperto il conto per aiutare la famiglia"

    ANTELLA (BAGNO A RIPOLI) – E’ rimasto molto colpito il sindaco di Bagno a Ripoli, Francesco Casini, da quanto avvenuto all’alba del 10 gennaio scorso ad Antella.

    La morte di Eloy Baca Eslava, investito e lasciato agonizzante per terra alle porte del paese, ha sconvolto e indignato.

    “In tanti – dice Casini – hanno portato fiori, un pensiero, nel punto in cui è morto Eloy Baca Eslava, nostro concittadino investito all’alba di martedì da un’auto pirata all’Antella”.

    “In molti si fermano per qualche istante – prosegue – scuotono la testa, ancora increduli di fronte a una tragedia che sembra assurda”.

    “Per chi volesse dare un supporto materiale alla famiglia – ricorda – alla moglie e al figlio di Eloy, da oggi come avevamo anticipato è attivo il conto corrente intestato al Comune”.

    Il cuore di Bagno a Ripoli batte per la famiglia di Eloy: attivato il conto corrente bancario aperto dal Comune

    “So che in tanti daranno un contributo – aggiunge Casini – magari piccolo, ma ugualmente importante, in segno di vicinanza e affetto”.

    “Tante associazioni e circoli di tutto il territorio – dice ancora – negozi aderenti ai Ccn di Antella, Grassina e Bagno a Ripoli, hanno dato la loro disponibilità a ospitare cassette per la raccolta fondi per chi avesse difficoltà a fare il bonifico. Tutto sarà poi raccolto sul conto comunale”.

    “Quello che è successo – tiene a dire – è una ferita ancora aperta. Non servirà forse a lenire il dolore di Yolanda e suo figlio, ma le indagini dei carabinieri e della polizia municipale sono state determinanti per individuare il presunto colpevole e una persona, come saprete già, si trova in stato di fermo”.

    “Permettetemi di ringraziare pubblicamente di cuore le forze dell’ordine – conclude – Hanno svolto un lavoro egregio, dando tutti il massimo di loro stessi”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...