spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 23 Luglio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Il giardino dei Ponti si rifà il look (ed è sempre più inclusivo), l’11 aprile via ai lavori di riqualificazione

    Piccola “rivoluzione” in vista grazie a un investimento di 125 mila euro: in arrivo nuovi giochi anche per i piccoli con disabilità, nuova pavimentazione e panchine

    BAGNO A RIPOLI – Partiranno martedì 11 aprile i lavori all’area giochi dei giardini “Silvano Nano Campeggi”, ai Ponti.

    In arrivo nuovi giochi, anche per piccoli con disabilità, e nuovi arredi.

    Il Comune di Bagno a Ripoli ha investito 125mila euro, incluso un finanziamento della Città metropolitana di Firenze da 35mila euro attraverso il Fondo per l’inclusione.

    Tutti i giochi usurati dal tempo verranno sostituiti, ma la novità principale sarà l’installazione di nuove attrezzature ludiche dedicate ai bambini portatori di handicap tra cui un nuovo castello polifunzionale.

    La parola d’ordine sarà accessibilità: verranno eliminate alcune barriere architettoniche e verrà creata una rampa per facilitare l’ingresso al parco per chi ha difficoltà motorie.

    Saranno completamente rifatti, inoltre, la pavimentazione anti-trauma e i collegamenti in gomma colata all’interno dell’area gioco, per garantire maggiore sicurezza per i bambini.

    Spazio anche per il rinnovo dell’arredo urbano, nuove panchine e un gazebo di legno per fare pic-nic e merende con l’arrivo della primavera. Verranno piantati anche nuovi alberi, per creare nuove zone d’ombra.

    “Abbiamo raggiunto l’obiettivo prefissato – dice l’assessore all’ambiente Enrico Minelli – i lavori inizieranno tra pochi giorni, in modo da consegnare il nuovo giardino ai bambini per l’estate”.

    “Un giardino nuovo – conclude Minelli – più funzionale e moderno, ma soprattutto davvero inclusivo e accessibile a tutti”

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...