spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 28 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    “Il prato fiorito della pace”: educazione e solidarietà alla scuola dell’infanzia di Capannuccia

    Un bellissimo progetto che ha coinvolto il team della scuola, i bambini (di 3, 4 e 5 anni), le loro famiglie: ve lo raccontiamo

    CAPANNUCCIA (BAGNO A RIPOLI) – Si chiama “Il prato fiorito della pace” il progetto di educazione e solidarietà pensato e portato avanti alla scuola dell’infanzia “Catia Franci” di Capannuccia, nell’ambito dell’Istituto Comprensivo “Antonino Caponnetto” di Bagno a Ripoli.

    Un progetto dal sapore di buono, che ha messo insieme tutto il team della scuola dell’infanzia, i bambini (di 3, 4 e 5 anni), le loro famiglie.

    “I bambini – ci viene raccontato – hanno svolto un laboratorio didattico-educativo sulla solidarietà, che si inserisce nell’ambito dell’educazione alla pace. E nasce dalla consapevolezza del momento storico che stiamo vivendo”.

    “Questo laboratorio – si aggiunge – è stato proposto a piccoli gruppi di bambini. I quali, attraverso alcune indicazioni dell’adulto, con l’utilizzo di tempere, pennelli (temperelli per i bambini di 3 anni) e le tele, hanno realizzato tanti fiori. Che nell’insieme sono diventati un prato fiorito, seguendo il metodo creativo di Hervè Tullet“.

    “Le richieste erano semplici – continua la spiegazione del progetto – Protagonisti cerchi, macchie e punti, che via via si mescolavano tra loro. Inoltre i bambini dovevano cambiare posto ogni qualvolta sentissero la parola stop”.

    “Quando la tela ormai risultava piena – sono ancora parole del team della “Catia Franci” – abbiamo invitato ad osservare ciò che era stato creato. E abbiamo tracciato un gambo e delle foglie partendo dal cerchio”.

    Qui qui, la mostra mercato delle tele, che è stata svolta nel giardino della scuola.

    “Il ricavato – si sottolinea – permetterà l’acquisto di prodotti di prima necessità, che tramite la Misericordia di Antella andranno ad aiutare la popolazione Ucraina”.

    “Grazie alla generosità delle famiglie – concludono orgogliosi dalla “Catia Franci” – abbiamo raccolto 383 euro. Con le quali abbiamo acquistato generi di prima necessità per i bambini, già consegnati alla Misericordia di Antella”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...