spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 30 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Una serie di iniziative, fra cui la pittura sull’acqua e la costruzione di giocattoli

    Il Centro di Documentazione Educativa (Cde), in collaborazione con l'Associazione Daltrocanto, organizza una serie di iniziative intitolata "Gustiamoci la festa". Il programma-

     

    – ”Suminagashi” pittura sull'acqua (vedi foto sopra). Genitori e bambini, disegnando sull'acqua secondo un'antica tradizione giapponese, si divertiranno a creare carte fantasiose da regalare e incorniciare. Due laboratori di un incontro ciascuno, presso il Centro di Documentazione Educativa, via di Belmonte 38, Ponte a Niccheri. 17 e 19 dicembre 2012 ore 17-19. Massimo 10 genitori con altrettanti figli (1 solo genitore per famiglia, 1 solo figlio per ciascun genitore): bambini di II, III, IV e V della scuola primaria, residenti o frequentanti le scuole del territorio. Iscrizioni entro il 3 dicembre 2012.

     

    – Il giocattolo fatto in casa. Genitori, nonni e bambini, con materiale di recupero, costruiscono un gioco per divertirsi insieme, in attesa della festa più amata dai piccoli. Due laboratori di un incontro ciascuno, presso il Centro di Documentazione Educativa, via di Belmonte 38, Ponte a Niccheri. 10 e 12 dicembre 2012 ore 17-19. Massimo 10 genitori con altrettanti figli (1 solo genitore per famiglia, 1 solo figlio per ciascun genitore): bambini della scuola dell'infanzia o della classe I, residenti o frequentanti le scuole del territorio. Iscrizioni entro il 3 dicembre 2012.

     

    Iscrizioni: telefonare al Centro di Documentazione Educativa (tel. 055/645879 – 055/645881) il lunedì e mercoledì ore 8.30-13.30; il martedì e giovedì ore 14.30-18. Informazioni: cde@comune.bagno-a-ripoli.fi.it; sito internet www.cde-bagnoaripoli.it.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...