spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 7 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Musica in piazza: domenica 6 novembre si esibisce il coro della casa del popolo

    Nel teatro del circolo arci grassinese, quattordicesima edizione del concerto. Con il Centro Studi Danza

    GRASSINA (BAGNO A RIPOLI) – Il Coro Sociale della Smsfc Casa del Popolo di Grassina, con il patrocinio del Comune di Bagno a Ripoli e con il contributo del Centro Studi Danza di Maria Grazia Nicosia, organizza la XIV edizione del concerto Musica in piazza, che si svolgerà domenica 6 novembre, alle 17.30, nel Teatro della Casa del Popolo, in piazza Umberto I, a Grassina.

     

    Programma. – Donizetti, L’elisir D’amore: Introduzione, Pianoforte; Bel conforto al mietitore, coro e danza; Quanto è bella quanto è cara, tenore e danza; Della crudele Isotta, soprano, coro e danza; Una furtiva lagrima, tenore. Donizetti, Don Pasquale: Sinfonia, pianoforte; Che interminabile andirivieni, coro. Verdi, Jerusalem: Danze, danza. Donizetti, Lucia di Lammermoor: Per te d’immenso giubilo, coro; Oh qual funesto avvenimento, coro. Rossini, Guglielmo Tell: Sinfonia, pianoforte; Danze, danza. Rossini, Mosè: Dal tuo stellato soglio, coro. Sinatra: Sinatra Suite, danza

     

    Interpreti: al pianoforte Eugenio Milazzo; soprano Ginko Yamada; tenore Leonardo Melani; Coro Sociale di Grassina diretto da Ginko Yamada; Centro Studi Danza diretto da Maria Grazia Nicosia

     

    Informazioni: 055642639, e-mail info@casadelpopolo.fi.it.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...