spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
venerdì 19 Luglio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Nidi comunali: azzerate le liste d’attesa. I numeri dell’anno scolastico 2016/17

    Il sindaco Casini e l'assessore Massari: "Un ottimo risultato, unito anche all'equità delle tariffe garantite"

    BAGNO A RIPOLI – Azzerate le liste d'attesa per gli asili nido comunali per il prossimo anno scolastico. Per il servizio di asilo nido comunale (anno scolastico 2016/17), il Comune di Bagno a Ripoli ha ricevuto 154 domande: 111 bambini sono stati inseriti nei nidi comunali, “Arabam”, “Coriandolo” e “Chicco di Grano”; rimaneva una lista d'attesa di 43 bambini ai quali è stato offerto il posto nei nidi privati convenzionati con l'amministrazione, "Cubo Magico", "Graziano Grazzini" e "Santa Maria all'Antella".

     

    Delle 43 famiglie in lista, 23 hanno aderito e i bambini sono stati inseriti, le altre 20 famiglie stanno perfezionando la scelta del nido che maggiormente, per orario e collocazione, risponde alle loro necessità.

     

    “Tutti i bambini con età da 1 a 3 anni che hanno richiesto il servizio potranno frequentare i nidi del nostro comune – hanno dichiarato il sindaco Francesco Casini e l'assessore alla pubblica istruzione Annalisa Massari (in foto) – L'azzeramento delle liste d'attesa e il posto garantito a tutti i piccoli, nessuno escluso, sono un ottimo risultato, innanzi tutto per i giovanissimi utenti e per le loro famiglie. Il servizio dei nidi comunali dunque risponde alle richieste e copre completamente il fabbisogno: sono anche avanzati alcuni posti che i nidi convenzionati avevano messo a disposizione del comune".

     

    "Il tutto – sottolineano – con un'equità nelle tariffe garantita, anzi recentemente ampliata, grazie al nuovo regolamento dei servizi educativi alla prima infanzia ed all'inserimento di più fasce di sconto rispetto al passato sulla base dell'indicatore Isee: di fatto, la maggior parte dei genitori non verserà la tariffa piena".

     

    "Servizio efficiente e totalmente coperto – concludono Casini e Massari – equità contributiva nelle tariffe, attenzione alle problematiche della famiglia e dell'educazione: la nostra soddisfazione di oggi su fonda su interventi e risultati concreti e su una visione di prospettiva per migliorare ancora in futuro. In programma, infatti, interventi per meglio rispondere anche alle esigenze dei bambini con età tra 6 mesi e 1 anno”.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...