spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 26 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Ordine al Merito della Repubblica italiana per il ripolese Matteo Micheli

    Un riconoscimento "che fa onore a tutto il territorio - dice il sindaco Francesco Casini - e ci rende davvero orgogliosi. A Matteo, le nostre più sincere congratulazioni!"

    BAGNO A RIPOLI – Il cittadino di Bagno a Ripoli Matteo Micheli è stato tra le 14 persone che nei giorni scorsi, in Prefettura a Firenze, sono state insignite dell’onorificenza dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana.

    Un prestigioso riconoscimento assegnato a chi si è distinto per impegno e qualità professionali nella propria vita lavorativa.

    O per aver operato con particolari fini sociali e umanitari.

    Un riconoscimento “che fa onore a tutto il territorio – dice il sindaco Francesco Casini – e ci rende davvero orgogliosi. A Matteo, le nostre più sincere congratulazioni!”.

    Di seguito, le motivazioni alla base della sua premiazione.

    “Forte di una considerevole esperienza in tema di sicurezza e salute sul lavoro maturata nel corso degli studi e della sua carriera, trasmette le sue conoscenze agli studenti del CESPRO dell’Università degli Studi di Firenze dal 2010. Ha svolto con successo importanti ed autorevoli incarichi, in particolare, è tecnico della prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro dal 2007 e promuove attività di tutela dei lavoratori orientate alla collaborazione, adottando con profitto iniziative basate sull’andragogia”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...