spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
sabato 1 Ottobre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Nella Giostra della Stella vince il cavaliere Enrico Giusti: il palio disegnato da Nano Campeggi

    BAGNO A RIPOLI – La contrada del Cavallo si è aggiudicata il Palio di Bagno a Ripoli, edizione numero 34. Nella Giostra della Stella hanno avuto la meglio il cavaliere Enrico Giusti in sella a Fanè. Il Palio, opera dell’artista Silvano Campeggi, è stato offerto dall’Sms di Bagno a Ripoli.

     

    “Anche quest'anno il Palio ha dimostrato con energia la propria vocazione di festa dell'intera Comunità e di sano agonismo – ha dichiarato il sindaco Luciano Bartolini – È stato infatti un torneo davvero molto combattuto, vinto meritatamente da chi l'ha spuntata sugli altri, ma in realtà vinto da tutti proprio per i valori che Palio e Giostra della Stella da sempre riescono ad esprimere. Né ci ha fermato la pioggia: alta la partecipazione del pubblico ripolese e non solo e delle giovani generazioni, sia nel corteo sia nelle varie competizioni”.

     

    Gli eventi del Palio proseguono fino al 29 settembre:  venerdì 13, sabato 14 e domenica 15 settembre ore 19.45 apertura stand gastronomico; giovedì 19 settembre ore 20 “Contrade in festa”, concorso enogastronomico tra le Contrade; venerdì 20 settembre ore 19.45 apertura stand gastronomico, ore 20.15: Cena Viola Club N27 in favore della Fondazione Niccolò Galli Onlus; sabato 21, domenica 22, venerdì 27, sabato 28, domenica 29 settembre, ore 19.45, apertura stand gastronomico.

     

     

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...