venerdì 25 Settembre 2020
Altre aree

    Pedibus: l’appello del sindaco a genitori, nonni e volontari per potenziare il servizio

    C’è ancora tempo (vi diciamo come) per partecipare al progetto di "scuolabus pedonale", tre i percorsi previsti: Antella, Grassina e Bagno a Ripoli

    BAGNO A RIPOLI – L’idea del progetto “pedibus”, organizzato dal Comune di Bagno a Ripoli insieme alle scuole del territorio, è quella di offrire una alternativa sana e sicura al servizio di trasporto scolastico “ordinario”, accompagnando a scuola a piedi gli alunni delle scuole del territorio.

    Con la riorganizzazione del servizio di trasporto scolastico resa necessaria dalle nuove esigenze di sicurezza sanitaria, l’amministrazione comunale fa sapere che intende potenziare il servizio di Pedibus già attivo da alcuni anni nel territorio ripolese grazie alla collaborazione di associazioni di volontariato, famiglie e istituti scolastici.

    Il sindaco Francesco Casini lancia un l’appello: “Genitori e nonni, ma anche giovani e volontari di ogni età: mi rivolgo a tutti i cittadini maggiorenni che vogliono aiutarci a organizzare il servizio di “scuolabus pedonale” a Bagno a Ripoli, Grassina e Antella”.

    “C’è ancora qualche giorno di tempo per dare la propria adesione ad un progetto che fa bene all’ambiente – continua il primo cittadino – e alla salute di chi vi partecipa, garantendo al tempo stesso la sicurezza dei bambini e delle loro famiglie”.

    “Sono sicuro – conclude il sindaco Casini – che tanti cittadini ripolesi anche quest’anno vorranno “metterci le gambe” e soprattutto il cuore aderendo al progetto Pedibus”.

    Il “millepiedi” di bambini consiste di un adulto in testa a guidare la fila e uno in coda a chiuderla. I bambini dovranno indossare una pettorina di riconoscimento e seguire un itinerario prestabilito, contrassegnato da una segnaletica speciale, a misura di bimbo, in totale sicurezza e definito in collaborazione con la Polizia municipale.

    Gli adulti al loro fianco avranno il compito di accompagnarli lungo tutto il tragitto fino all’arrivo in classe.

    Sono tre i percorsi individuati dall’amministrazione comunale: Antella per gli alunni della scuola “L.Michelet”, Grassina per gli alunni delle scuole “G.Marconi”, Bagno a Ripoli capoluogo per gli alunni della scuola E. Agnoletti di Padule.

    I volontari potranno dare la propria disponibilità per il tragitto di andata o per quello di ritorno, per tutti i giorni della settimana o anche solo per alcuni di essi.

    L’obiettivo, fanno sapere dall’amministrazione comunale, è far partire il Pedibus nel mese di ottobre e portare avanti il progetto fino alla fine dell’anno scolastico, a giugno 2021.

    Per adesioni e informazioni è possibile rivolgersi all’ufficio Servizi Educativi del Comune telefonando ai numeri 055 6390455/365/363, o scrivendo all’indirizzo e-mail [email protected] .

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...

    Sostengono Il Gazzettino