spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 27 Settembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Viene allestito all’Antella, in un locale in piazza Peruzzi e inaugurato sabato 7 dicembre alle 17

    ANTELLA (BAGNO A RIPOLI) – Una ventina di adolescenti del dopo Cresima di Antella, guidati dal giovane Tommaso Della Lunga e altri animatori, stanno allestendo un presepio di notevoli dimensioni.

     

    Presepio che viene preparato in un locale offerto dalla Pro Loco  "Vivere all'Antella": un fondo che fino a poco tempo fa era utilizzato da "Foto Ottica Bernacchioni" e ora è stato dato in comodato d'uso, con accordo del Comune di Bagno a Ripoli, alla suddetta rinata Pro Loco. 

     

    "Un modo di collaborare – dice molto contento il parroco della chiesa di Santa Maria all'Antella, don Giovanni Martini – e condividere iniziative che ricostruiscano un tessuto comunitario di paese dove si vivono sempre più frequentemente iniziative di comune partecipazione popolare".

     

    L'apertura è annunciata per sabato 7 dicembre alle 17, in piazza Peruzzi 4:  ai primi visitatori sarà offerta della cioccolata calda e la possibilità di acquisto di simpatici "trenini di cioccolata" pro Unitalsi.  

     

    "Un'occasione – dice ancora don Giovanni – per unire l'utile al dilettevole e gratificare l'impegno dei giovani che si sono dati da fare per allestire il presepio, e  contribuire a ridare forza e slancio alla Pro Loco  che ha collaborato fattivamente alla realizzazione dell'iniziativa". 

     

    Sabato 14 e domenica 15 dicembre gli stessi ragazzi, in piazza, allestiscono un "banchino di vendita Natalizio"  per finanziare attività giovanili.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...