spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 6 Dicembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Si tratta di un progetto del servizio civile rivolto a minori, disabli e anziani fragili

    BAGNO A RIPOLI – Il Comune di Bagno a Ripoli informa che è pubblicata la graduatoria dei giovani selezionati per il progetto "Reti resistenti Plus" che svolgeranno il servizio civile nel Comune di Bagno a Ripoli (clicca qui per scaricarla).

     

    Il progetto si propone di contribuire a rafforzare i servizi che la rete di prevenzione ed assistenza è in grado di garantire sul territorio di Bagno a Ripoli per minori, disabili, anziani fragili. I posti per Bagno a Ripoli in tutto sono quattro.

     

    I volontari prenderanno ogni giorno servizio presso la sede dei Servizi Sociali in Via Fratelli Orsi, a Bagno a Ripoli, ma potranno anche essere impegnati per alcune attività presso le scuole del territorio o altre sedi pubbliche.

     

    Avranno anche a disposizione mezzi comunali per spostarsi insieme ai propri assistiti quando necessario.

     

    Il progetto garantisce ai giovani una forte valenza educativa e formativa e rappresenta un'importante occasione di crescita personale, oltreché un'esperienza qualificante spendibile nel corso della loro vita lavorativa.

     

    L'avvio del progetto è previsto per il mese di ottobre e i volontari saranno contattati personalmente.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...







    I Cammini dell'Acqua