spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 30 Maggio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    In arrivo 170mila euro per rifare i marciapiedi: ecco come sarano suddivisi

    50mila saranno impiegati su via Roma. 120mila euro utilizzati tra Grassina e Antella

    BAGNO A RIPOLI – Pedoni sicuri, scatta l'operazione marciapiedi con 170mila euro stanziati dall'amministrazione comunale di Bagno a Ripoli.

     

    Di queste risorse, 50mila euro saranno impiegati su via Roma. Gli altri 120mila euro saranno utilizzati per intervenire sui marciapiedi di Antella e Grassina.

     

    Su via Roma, nel dettaglio, saranno rifatti i marciapiedi nel tratto interessato dai lavori di Publiacqua per la sostituzione della rete dell'acquedotto. La Spa dell'acqua, una volta terminati i cantieri, provvederà alla completa riasfaltatura della viabilità, mentre il Comune si occuperà contestualmente del rifacimento dei marciapiedi.

     

    All'Antella, sono previsti interventi sui marciapiedi nel quadrilatero intorno a piazza Peruzzi e via Simone degli Antelli, che attualmente presentano alcune criticità e specie in caso di pioggia risultano scivolosi, a discapito della sicurezza dei pedoni.

     

    A Grassina, invece, l'opera di restyling si concentrerà in zona ponte del Lepri, Costa al Rosso e in piazza Umberto I.

     

    “Abbiamo predisposto uno stanziamento straordinario – dicono il sindaco Francesco Casini e l'assessore comunale ai lavori pubblici Enrico Minelli – che ci permetterà di rendere i marciapiedi più decorosi, ma soprattutto più agevoli e fruibili. Questo è l'inizio di un progetto che ci porterà a riqualificare i marciapiedi nelle nostre frazioni. Si parte dalle aree più critiche, là dove si sono registrate le maggiori problematiche. Obiettivo, aumentare la sicurezza dei nostri pedoni”.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...