spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
sabato 25 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Riqualificazione centro urbano di Grassina e parcheggio della scuola “Redi”: lunedì via ai lavori

    Si parte dal rifacimento dei marciapiedi in via Costa al Rosso. Seguiranno via Ponte del Lepri, via Pian di Grassina e la riasfaltatura delle strade

    GRASSINA (BAGNO A RIPOLI) – Si apriranno lunedì 20 giugno i lavori per la riqualificazione del centro urbano di Grassina.

    I primi interventi in via Costa al Rosso, con il rifacimento dei marciapiedi. Seguita da via Ponte del Lepri e via Pian di Grassina e, al termine dei lavori, dalla riasfaltatura delle strade.

    Sempre lunedì altro importante cantiere al via a Ponte a Niccheri, con l’apertura dei lavori per la riqualificazione del parcheggio davanti alla scuola media “Redi”: in arrivo una nuova pavimentazione, nuovi stalli per la sosta e molte alberature.

    Grassina, si parte dai marciapiedi di via Costa al Rosso

    I lavori, lunedì, si apriranno in via Costa al Rosso, per poi proseguire in via Ponte del Lepri e in via Pian di Grassina.

    La prima fase consisterà nella demolizione e realizzazione dei nuovi marciapiedi, seguita dalla ripavimentazione in simil-pietra.

    Sarà istituito il divieto di sosta in via Costa al Rosso sul lato destro del senso di marcia e marciapiede interdetto ai pedoni (accesso solo per le abitazioni e le attività commerciali).

    Quando i lavori interesseranno via Ponte del Lepri, la circolazione sarà garantita il più possibile con interruzioni limitate a brevissimi periodi temporanei.

    Una volta ultimati i marciapiedi anche in via Pian di Grassina, le strade saranno completamente riasfaltate e sarà realizzata nuova segnaletica orizzontale in colore rosso.

    In via Costa al Rosso prevista anche la collocazione di nuovo arredo urbano per la realizzazione di una vera e propria Zona 30 dove il pedone sarà protagonista. Previsto nel complesso un investimento di circa 130mila euro. 

    Parcheggio scuola “Redi”, via agli scavi per le aiuole 

    Da lunedì, al lavoro anche per la riqualificazione del parcheggio di via di Belmonte al servizio della scuola, della biblioteca, dell’impianto sportivo e della caserma dei carabinieri.

    L’intervento si aprirà con gli scavi necessari ai sottoservizi, con la realizzazione dei nuovi impianti di irrigazione per le nuove alberature, ventidue esemplari tra carpini bianchi e tigli che creeranno una zona d’ombra, e la predisposizione delle aiuole.

    La piantumazione degli alberi verrà effettuata a ottobre nel periodo adatto. Si passerà poi alla completa ripavimentazione e alla realizzazione dei nuovi stalli (115 posti auto e 6 per le moto).

    Saranno effettuati importanti lavori per l’accessibilità dei marciapiedi con la creazione di rampe e scivoli lungo i passaggi pedonali. Il piazzale, una volta ultimato, sarà intitolato alle donatrici e ai donatori di sangue.

    Una volta completato l’intervento al parcheggio, tramite l’abbattimento delle barriere architettoniche sarà riqualificato anche il tratto di pista ciclabile davanti alla scuola e sarà riasfaltata la strada. Previsto un intervento da 90mila euro. 

    “Due interventi importanti – affermano il sindaco Francesco Casini e l’assessore ai lavori pubblici Francesco Pignotti – per rendere la viabilità più sicura, migliorare il decoro cittadino e potenziare la sosta in una zona ricca di servizi come quella di via di Belmonte. Per realizzarli il Comune ha stanziato complessivamente 220mila euro”.

    “Approfittiamo della finestra estiva per ridurre al massimo le ricadute sulla viabilità – concludono – Con l’obiettivo di completare i lavori entro il mese di settembre”. 

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...