giovedì 24 Settembre 2020
Altre aree

    San Donato in Collina: Bagno a Ripoli e Rignano insieme per partecipare a un bando per la sicurezza stradale

    Per l'intervento in messa di sicurezza della viabilità pedonale a margine della SP 1 con l'abbattimento delle barriere architettoniche nella frazione di San Donato in Collina

    BAGNO A RIPOLI – Oggi, lunedì 10 agosto, è stato firmato dai rispettivi sindaci il protocollo d’intesa tra i Comuni di Bagno a Ripoli e Rignano sull’Arno per partecipare al “Bando Regionale per la Sicurezza Stradale”.

    Un bando al quale parteciperanno quindi come raggruppamento di amministrazione per l’intervento in messa di sicurezza della viabilità pedonale a margine della Strada Provinciale 1. Con l’abbattimento delle barriere architettoniche nella frazione di San Donato in Collina.

    L’obiettivo è quello di rispondere a un’importante esigenza di sicurezza della frazione su un’arteria provinciale che viene attraversata quotidianamente da migliaia di veicoli.

    Andando ad abbattere allo stesso tempo le barriere architettoniche per l’utenza debole.

    “Con questo protocollo – dichiarano i sindaci, Francesco Casini e Daniele Lorenzini – facciamo un passo concreto per aumentare la sicurezza della viabilità pedonale lungo la SP1, con un investimento da circa 150mila euro”.

    “Lo facciamo insieme – concludono – come richiesto anche dai cittadini di San Donato, e insieme seguiremo l’iter del bando per arrivare prima possibile all’inizio dei lavori”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...

    Sostengono Il Gazzettino