spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 3 Ottobre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Domani a Santa Caterina pomeriggio speciale con Luciano Bartolini e Cristina Acidini

    BAGNO A RIPOLI – Proseguono gli "Intrecci… Musica, Teatro e Incontri" e le "Camminate nell'Arte e nella Storia" in occasione della mostra “Francesco Granacci e Giovanni Larciani all'Oratorio di Santa Caterina all'Antella”, aperta fino al 12 gennaio 2014 all'Oratorio di Santa Caterina delle Ruote, in via del Carota, a Bagno a Ripoli.

     

    Sabato 16 novembre, alle 17.30, "Tesori ritrovati. Arte e progetti culturali come volano di sviluppo tra città e contado".  Il sindaco Luciano Bartolini intervista Cristina Acidini, Soprintendente Speciale per il Patrimonio Storico, Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della Città di Firenze. A seguire, ore 19-21.30 "Aperitivo ad Arte" a cura di Santacaterina Onlus. Costo aperitivi 11 euro.

     

    Si ricorda che fino alla chiusura del 12 gennaio 2014, la mostra è aperta secondo l'orario invernale: martedì, mercoledì, giovedì e venerdì ore 10-17.30; sabato e domenica ore 10-19; 31 dicembre ore 10-13; chiusa lunedì non festivi, 25 dicembre 2013 e 1° gennaio 2014. Apertura straordinaria il 25 novembre per l'anniversario della morte di Santa Caterina d'Alessandria.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...