spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
venerdì 19 Luglio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Arte e cibo, nuova vita all’Oratorio di Santa Caterina. Primo evento il 16 giugno

    Una serie di manifestazioni e iniziative che metteranno insieme l'amore per l'Arte con quello del (buon) gusto

    BAGNO A RIPOLI – Art&Food è il nuovo corso di Santa Caterina. Grazie all'accordo stipulato tra la Associazione Santacaterina Onlus e la società Artigiani in Cucina, il Polo Museale dell'Oratorio di Santa Caterina, a Ponte a Ema, sarà ancora di più valorizzato e reso utile e fruibile a un sempre maggior numero di interessati e frequentatori, in osservanza della convenzione stipulata dalla Onlus con il Comune di Bagno a Ripoli, patrocinatore dell'iniziativa.

     

    A partire infatti da oggi, l'attività di Santa Caterina si arricchirà, grazie all'intervento di Artigiani in Cucina (la holding della famiglia Abbate specializzata in attività ristorative di alta professionalità e di catering & banqueting di alto livello), di una serie di manifestazioni e iniziative che coniugheranno in un'unica proposta l'amore per l'Arte con quello del (Buon) Gusto.

     

    L'Oratorio vedrà quindi il succedersi di eventi quali mostre, readings, performance delle maggiori Arti, dalla Poesia alla Pittura, dalla Danza alla Musica, dalla Fotografia alla Scrittura.

     

    Attività tutte che saranno affiancate da proposte enogastronomiche a loro connesse che avranno nella qualità sia della proposta culinaria che del servizio il loro comune denominatore.

     

    Non a caso infatti sarà Opera, il nuovo ramo di attività di Artigiani in Cucina creato espressamente per il settore Luxury, ad essere impegnato al 100% nella realizzazione di ogni supporto di ristorazione, dal coffee break alla cena di gala, per tutte le iniziative in programma. Un servizio di alta qualità che si svolgerà nella attigua prestigiosa location, arricchita dallo stupendo giardino privato in grado di ospitare fino a 200 ospiti per iniziativa.

     

    Il programma si apre con la mostra del prestigioso artista Mark Kostabi (inaugurazione giovedì 16 giugno alle 20, con cena a buffet offerta da Opera Catering e, nel giardino, live music by Vanni Breschi), un'occasione resa possibile grazie alla preziosa collaborazione della Galleria Spagnoli, uno degli sparring partner della nuova attività di Santa Caterina, che sarà affiancata anche dal cortese contributo degli artisti Enrico Bandelli e Gianni Oliveti dello storico Gruppo Donatello.

     

    Nell'arco del prossimo futuro, Santa Caterina, grazie al coraggioso intervento di Artigiani in Cucina, vedrà convivere l'Arte con il Food, due elementi che mai come stavolta dimostreranno di non poter fare l'uno a meno dell'altro. Perché ci vuole Arte per fare una ottima cucina, come ci vuole sostanza di qualità per potere fare una ottima Arte.

     

    Il trecentesco Oratorio di Santa Caterina è un edificio religioso che conserva al suo interno un ciclo di affreschi unico nel suo genere per stato di conservazione, spettacolarità narrativa e qualità artistica.

     

    Il racconto per immagini, opera di Pietro Nelli, Maestro di Barberino e Spinello Aretino, si ispira alle vicende di Santa Caterina d'Alessandria, protomartire cristiana la cui storia è il risultato della sintesi e summa di molte altre anonime martiri che nella leggenda di Caterina trovarono nome e dignità storica. Gli affreschi qui conservati portano il segno del passaggio dal Medio Evo alla ben più proficua creativa e dinamica Era del Rinascimento, caratterizzata anche dallo sviluppo del mecenatismo.

     

    Ci piace pensare che adesso questo connubio tra impresa e associazionismo possa recare lo stesso segno e portare uguale risultato.

     

    “Salutiamo con favore le iniziative del nostro partner Santacaterina Onlus – hanno dichiarato il sindaco Francesco Casini e l'assessore alla cultura Annalisa Massari – che ha stretto un'alleanza in rete con associazioni importanti del territorio fiorentino al fine di valorizzare l'Oratorio con adeguate iniziative culturali ed enogastronomiche in grado di catalizzare l'attenzione sia dei cittadini che dei turisti, per offrire ad entrambi le possibilità ricreative e culturali del nostro territorio”.

     

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...