spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
venerdì 3 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Ricostruite le scuole distrutte dal terremoto in Emilia, grazie anche a Bagno a Ripoli

    La visita del sindaco Casini e dell'ex sindaco Bartolini al Comune di Camposanto (Modena)

    BAGNO A RIPOLI – Una delegazione del Comune di Bagno a Ripoli, composta dal sindaco Francesco Casini, dall'assessora allo sviluppo economico Francesca Cellini e dall'ex sindaco Luciano Bartolini, in carica all'epoca del terremoto del maggio 2012, è stata sabato in visita alla sindaca del Comune di Camposanto (Modena), Antonella Baldini. (Nella foto con Casini e Bartolini)

    L'occasione è stata l'inaugurazione dei nuovi edifici scolastici di Via Panaro, nel Comune di Camposanto, alla quale, ha preso parte il presidente della Regione Emilia-Romagna e commissario delegato alla ricostruzione Stefano Bonaccini, oltre alla sindaca della cittadina emiliana e a tanti primi cittadini del territorio, ad altre autorità locali e alla delegazione ripolese.

     

    Camposanto, centro della bassa pianura modenese che conta 3.200 abitanti, è il comune colpito dal terremoto di maggio 2012 “adottato” da Bagno a Ripoli nell'àmbito dell'iniziativa di solidarietà ideata dall'Anci (Associazione Nazionale Comuni Italiani) quale forma concreta di aiuto post-terremoto.

     

    Il progetto di adozione nacque dal coordinamento fra Anci, Upi (Unione Province Italiane) e le Regioni Toscana ed Emilia-Romagna: ad ogni ente che aveva offerto la propria disponibilità venne affidata un'Amministrazione Comunale, in genere di dimensioni più piccole, con l'obiettivo di sostenere la ricostruzione senza disperdere risorse finanziare, professionali e ottimizzare i tempi.

    “Eventi come questi riempiono di gioia e positività – ha dichiarato il sindaco Casini –. Vedere una comunità che si risolleva dopo la tremenda esperienza del terremoto di quattro anni fa e che ricostruisce una scuola con criteri antisismici, e sapere che anche Bagno a Ripoli ha contribuito con una raccolta di fondi, non può che renderci felici e ottimisti. I momenti difficili si superano aiutandosi reciprocamente. Abbiamo detto più volte che Bagno a Ripoli ha un cuore grande, un cuore che in questi anni si è unito a quello del Comune emiliano. Ai solerti e coraggiosi amici di Camposanto vanno il nostro applauso, il nostro abbraccio e la nostra calorosa manifestazione di energia e di affetto”.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...