spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
mercoledì 10 Agosto 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    “Sotto le Stelle Ruffino”, altra settimana top alla Tenuta Poggio Casciano

    Giovedì 14 luglio musica dal vivo con Fabio Morgera Organ Combo. Venerdì 15 luglio dj set con Fabrizio Masieri. Al fresco, in giardino, si mangia, si beve, si ascolta musica

    POGGIO CASCIANO (BAGNO A RIPOLI) – Altra settimana top alla Tenuta Poggio Casciano.

    Nel programma estivo “Sotto le Stelle Ruffino” infatti, proseguono gli eventi imperdibili. Il fresco del giardino, le meraviglie in tavola, la musica… .

    Giovedì 14 luglio (dalle 20), musica dal vivo con FABIO MORGERA ORGAN COMBO.

    Fabio Morgera alla tromba e flicorno, Emiliano Pintori all’organo Hammond e Alessandro Fabbri alla batteria.

    Fabio Morgera è trombettista, band leader e compositore jazz. Si è fatto notare negli anni ‘80 quando, venne scelto da Giorgio Gaslini per fare parte del suo ottetto.

    Nel 1985 decide di andare a studiare composizione e arrangiamento prima a Los Angeles con Henry Mancini e Johnny Mandel e successivamente al Berklee College of Music a Boston con Herb Pomeroy.

    Nel periodo californiano si esibisce con il grande batterista Billy Higgins e conosce uno dei suoi insegnanti e mentori Donald Byrd. Nel periodo bostoniano suona nella big band della Berklee con direttore ospite Dizzy Gillespie ed incide il suo primo disco di tutte composizioni originali “Take One” (Red Records) col tenorsassofonista George Garzone.

    Si è trasferito poi a New York, collezionando preziose collaborazioni con molti nomi prestigiosi del calibro di Steve Turre, Victor Lewis, Butch Morris, Mingus Big Band, Arturo ‘O Farrill, Roy Hargrove, Vanguard Orchestra, Billy Hart, Billy Higgins e molti altri.

    E’ co-fondatore del gruppo di acid jazz Groove Collective ricevendo una nomination ai Grammy Awards come miglior album dell’anno.

    Da qualche anno è tornato a vivere a Firenze, dove ha fondato la Natural Revolution Orchestra e collaborato con Antonio Faraò, Dado Moroni, Roberto Gatto, Giovanni Tommaso e molti altri. E’ docente di Composizione Jazz al Conservatorio “Giuseppe Verdi” di Milano.

    Con lui per questo concerto altri due solisti di indubbio valore: Emiliano Pintori, uno dei migliori tastieristi italiani. Docente di storia del jazz e di pianoforte presso i Conservatori di Trento e di Bologna.

    Alessandro Fabbri è batterista, compositore ed arrangiatore, ha suonato con numerosi solisti di grande prestigio, tra i quali Massimo Urbani, Claudio Fasoli, Tiziana Ghiglioni, Luca Flores, Pietro Tonolo, Maurizio Giammarco, Al Cohn, Lee Konitz, Kenny Wheeler, Bobby Watson, Steve Grossman, Dave Holland, Steve Lacy, Dave Liebman.

    Dal 2003 è docente di Composizione Jazz presso il Conservatorio di La Spezia.il noto medico-musicista da oltre vent’anni attivo con i Perfidia, il suo gruppo di musica tradizionale cubana, in un suo recente viaggio a Cuba ha avuto l’onore di vedere alcune sue composizioni arrangiate, interpretate e incise dal Septeto Nacional Ignacio Piñeiro, storica formazione e vera e propria istituzione della musica cubana.

    Colpiti dal fascino di queste composizioni, i musicisti cubani hanno chiesto al musicista fiorentino una collaborazione che ha portato alla realizzazione di un album, pubblicato a Cuba dal famoso Septeto, primo esempio di musica cubana nata al di fuori della grande isola caraibica.

    Forte di questa esperienza, Birardi ha deciso di dar vita a un progetto di musica latina, basata con un repertorio di brani inediti ed originali che, pur inserendosi a pieno nel solco della tradizione cubana, la arricchiscono di nuove soluzioni e di nuove sonorità, grazie anche all’arrangiamento di Luca Imperatore e all’apporto di ottimi musicisti.

    L’idea di fondo è che anche la musica cubana tradizionale possa seguire le orme del jazz, del rock e della black music, ed uscire dal ristretto ambito in cui è nata per diffondersi al mondo intero, purché ne vengano rispettati i canoni fondamentali.

    Aperitivo o cena con menu alla carta della Bottega del Vino che trovi sempre aggiornato sul sito di sottolestelle.ruffino.it.

    Venerdì 15 luglio, sempre dalle ore 20, è invece tempo di dj set. Con FABRIZIO MASIERI DJ SET (Garage/ Underground/ Deep_NuDisco)

    Fabrizio inizia la sua carriera da DJ verso la fine degli anni 80, con la nascita dell’ House Music. Dalle esperienze nei Club, le peggiori underground venues, alle sfilate di moda,  la ricerca musicale è il filo conduttore che ha arricchito la sua esperienza.

    Alla soglia dei 35 anni di attività, i suoi set si ispirano ai suoni che hanno dato origine all’ house music fondendosi con le cose più recenti, in un percorso musicale senza tempo e senza regole.

    I contatti per chiedere informazioni e prenotarsi sono hospitality@ruffino.it e 3783050220.

    (CONTENUTO SPONSORIZZATO)

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...