spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
mercoledì 28 Settembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    La prima scade il 31 gennaio, la seconda prorogata al 28 febbraio 2014

    BAGNO A RIPOLI – Due scadenze diverse quest'anno a Bagno a Ripoli per la Tassa per l’Occupazione di Spazi ed Aree Pubbliche (Tosap) e per l'Imposta Comunale sulla Pubblicità.

     

    Il 31 gennaio 2014 scade il termine per il pagamento della Tassa per l’Occupazione di Spazi ed Aree Pubbliche (Tosap) per l’anno 2014 relativamente a tutte le occupazioni ed ai passi carrabili del territorio comunale e soggetti a tassa.

     

    Prorogata, invece, per motivi organizzativi al 28 febbraio 2014 la scadenza del pagamento dell'Imposta Comunale sulla Pubblicità permanente.

     

    Per entrambe le imposte, in caso di mancato ricevimento del preavviso di pagamento, i bollettini di conto corrente postale possono essere ritirati presso il locale ufficio della Concessionaria Duomo Gpa, via Roma 33, telefono e fax 055 631838, bagno-a-ripoli@tributi.net, aperto dal lunedì al venerdì ore 9.30-12.30, dove è disponibile la modulistica necessaria per l’esatto assolvimento del tributo.

     

    Chi non avrà provveduto al pagamento entro le scadenze, sarà soggetto alle sanzioni previste dalle vigenti norme regolamentari e di legge.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...