spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 25 Settembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Scadono il 15 luglio i termini del bando “Una dote per lavoro”: tutti i dettagli

    BAGNO A RIPOLI – Un albo comunale dei lavoratori dal quale le imprese interessate potranno attingere per nuove assunzioni ricevendo una dote fino a 3.500 euro da parte del Comune. Sono ancora aperti i termini dell'avviso “Una dote per un lavoro”: c'è tempo fino al 15 luglio.

     

    Il Comune di Bagno a Ripoli, ai fini della promozione di politiche del lavoro che contribuiscano a sostenere l’occupazione e a rilanciare l’economia, ha dato il via al progetto “Una dote per un lavoro”, che prevede l’istituzione di un albo comunale dei lavoratori dal quale le imprese interessate potranno attingere per nuove assunzioni ricevendo una “dote” fino a 3.500 euro da parte del Comune.

     

    Possono fare domanda di iscrizione all’albo i cittadini residenti nel comune di Bagno a Ripoli in cerca di lavoro che rientrano nelle seguenti tipologie: giovani inoccupati o disoccupati da almeno un anno, di età non superiore a 30 anni; laureati inoccupati o disoccupati da almeno un anno, di età non superiore a 35 anni; disoccupati da almeno un anno, di età compresa fra 30 (35 se laureati) e 50 anni; disoccupati da almeno 8 mesi, di età oltre i 50 anni. Scadenza: ore 12 di lunedì 15 luglio.

     

    “Torniamo sull'argomento perché importante – ha dichiarato il sindaco Luciano Bartolini – e perché ci sembra insufficiente il livello di conoscenza del progetto da parte dei diretti interessati. 'Una dote per un lavoro' è un provvedimento, che, insieme agli assessori allo sviluppo locale Alessandro Calvelli e al bilancio Francesco Casini, abbiamo concertato con le organizzazioni dei datori di lavoro (artigiani, commercianti, imprese) e i sindacati e che questi ultimi avevano richiesto in sede di trattativa per la redazione del bilancio di previsione 2012".

     

    "È un contributo modesto – ha ammesso – ma è comunque un contributo all'occupazione e agli imprenditori disponibili ad assumere a tempo sia determinato, sia indeterminato, le persone che ne hanno i requisiti. Siamo agli ultimi giorni e, pensando anche che le richieste saranno accolte fino ad esaurimento, l'invito per gli interessati è di contattare quanto prima i nostri uffici”.

     

    “Riteniamo importante la decisione del Comune di Bagno a Ripoli di indire il bando Una dote per il lavoro – hanno aggiunto le organizzazioni sindacali Cgil e Cisl – poiché, in un momento di forte crisi economica, si sceglie di dare una risposta, seppur parziale, di incentivo alle imprese che assumono creando nuova occupazione nel territorio”.

     

    “Giudichiamo favorevolmente il provvedimento adottato dall’amministrazione comunale di Bagno a Ripoli – hanno commentato le associazioni di categoria Cna e Confesercenti – di istituire un contributo che può arrivare fino a 3.500 euro per le imprese che assumono personale anche a tempo determinato. Auspichiamo che molte imprese ne possano usufruire e che altre amministrazioni comunali adottino iniziative analoghe”.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...