spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
mercoledì 22 Maggio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Una scuola che guarda all’Europa: l’Erasmus Day al “Gobetti-Volta” di Bagno a Ripoli

    E' stato il momento conclusivo dei due anni del progetto HELP (Highly Engaged in Life Project) incentrato sul tema del volontariato e della solidarietà fra i giovani

    BAGNO A RIPOLI – Venerdì 12 aprile si è tenuto l’Erasmus Day presso l’Istituto di Istruzione secondaria “Gobetti-Volta” di Bagno a Ripoli.

    E’ stato il momento conclusivo dei due anni del progetto HELP (Highly Engaged in Life Project) incentrato sul tema del volontariato e della solidarietà fra i giovani.

    All’evento erano presenti gli studenti che l’anno scorso e quest’anno hanno partecipato agli scambi Erasmus+, sia con la Spagna che con la Norvegia (Paesi partner) e i corrispondenti studenti stranieri.

    Hanno portato il loro contributo all’evento anche i docenti italiani e stranieri coinvolti negli scambi.

    Oltre al preside, Simone Cavari, al sindaco di Bagno a Ripoli Francesco Casini, e alle due docenti referenti Erasmus del “Gobetti-Volta”, Francesca Giannetti e Alessandra Bartoli.

    Dopo una pausa dovuta alla pandemia, l’anno scorso sono infatti ripresi (finalmente) gli scambi Erasmus+, con molto entusiasmo sia da parte degli studenti che dei professori.

    L’auspicio infatti era che, dopo due anni di stop, potessero riprendere i viaggi e gli scambi culturali che hanno sempre rappresentato un tassello importante dell’offerta formativa al “Gobetti-Volta”: che in questo ambito specifico ha, peraltro, una lunghissima tradizione.

    Durante la pandemia infatti gli scambi erano stati solo “virtuali” ma, nonostante le oggettive difficoltà, gli studenti avevano effettuato percorsi e confronti online con i corrispondenti delle scuole straniere.

    Dall’anno 2021-’22, inoltre, la scuola ripolese ha aderito anche a un consorzio Erasmus per offrire, sia a studenti che a docenti, la possibilità di mobilità in Paesi europei. In più, per gli studenti delle classi quarte, l’istituto supporta da sempre i progetti di mobilità di sei mesi o un anno per studiare in istituti stranieri.

    Le classi 3C e 5A linguistico internazionale, nell’anno scolastico 2022-2023 avevano effettuato due settimane di scambio (una all’estero presso la scuola straniera e una in Italia di accoglienza della scuola partner) rispettivamente con Sabadell (Spagna) e Alesund (Norvegia). 

    In particolare, le alunne della classe 3C linguistico, per l’Erasmus Day, oltre ad aver elaborato video e cartelloni, hanno scelto di illustrare visivamente come la partecipazione al progetto abbia arricchito la loro vita.

    Tenendosi per mano e indossando una maglietta nera e un paio di blue jeans, le alunne si sono disposte lungo la scala d’accesso all’aula “Perini”, dove si svolgeva l’evento, creando così una sorta di “installazione vivente”.

    Ognuna di loro aveva scritta sul braccio la parola che, a livello personale, meglio rappresentava l’essenza del progetto stesso. In una delle tre lingue usate nello scambio (inglese, spagnolo e italiano).

    Quindi, parole come “Amistad”, “Kindness”, “Unión” e “Altruismo”, hanno accompagnato il pubblico. E lo hanno preparato al tema del volontariato.

    Anche le due classi del liceo linguistico che hanno partecipato quest’anno agli scambi con le scuole di Alesund (3ALLI) e Sabadell (2FLL), hanno condiviso le loro esperienze in modo originale.

    Attraverso video o cortometraggi ideati e interpretati da loro stessi, hanno trasmesso la testimonianza su quanto hanno imparato dal punto di vista sociale e culturale.

    Durante le settimane degli scambi internazionali, infatti, studenti e docenti italiani si confrontano con studenti e docenti stranieri lavorando insieme sullo stesso tema.

    Per la scuola ripolese è quindi importante continuare a creare sinergie con il territorio e con i Paesi esteri, per offrire agli studenti e al personale docente delle preziose opportunità di arricchimento culturale e formativo.

    Gli scambi con l’estero rappresentano, infatti, un valore aggiunto inestimabile al percorso di vita e di apprendimento permanente.

    Il progetto Erasmus+ contiene molteplici valenze per gli alunni del “Gobetti-Volta”: li aiuta a proiettarsi in nuove realtà culturali, didattiche, educative, che potranno  sfruttare positivamente in futuro. Sia nella loro carriera scolastica sia in quella lavorativa.

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...