mercoledì 14 Aprile 2021
Altre aree

    Vaccini: Protezione civile e volontari in campo per supportare la campagna vaccinale all’Osma

    Da oggi fino a martedì gestiranno insieme al personale sanitario gli accessi al punto vaccinale di Ponte a Niccheri e presteranno supporto agli utenti. Previsti 300 vaccini al giorno

    PONTE A NICCHERI (BAGNO A RIPOLI) – Vaccini anti Covid-19: la Protezione civile di Bagno a Ripoli scende in campo al fianco del personale sanitario per coordinare le giornate vaccinali all’ospedale Santa Maria Annunziata a Ponte a Niccheri.

    Da oggi fino a martedì 9 marzo, gli operatori forniranno un supporto per regolare l’accesso degli utenti evitando assembramenti e per osservare il decorso dei pazienti post-vaccino.

    Accanto alle donne e agli uomini della Protezione Civile ci saranno, con il loro fondamentale sostegno, i volontari delle associazioni del territorio: Croce Rossa Bagno a Ripoli, Vab Bagno a Ripoli, Misericordia Antella, Fratellanza Popolare Grassina e Misericordia di Badia a Ripoli.

    L’organizzazione congiunta allestita con la Direzione sanitaria dell’Osma consentirà la gestione di circa 300 vaccini al giorno dalle 13 alle 18 con la somministrazione di un vaccino al minuto.

    Operatori e volontari, in squadre di otto-nove persone attive su più turni, si occuperanno di gestire gli accessi esterni dell’ospedale per garantire il mantenimento del distanziamento e fornire informazioni sui tempi di accesso allo spazio vaccinazioni, oltre a gestire il filtraggio all’ingresso del punto vaccinale.

    Una squadra sanitaria sarà presente nell’area degli ambulatori vaccinali per smistare gli accessi degli utenti nel primo ambulatorio libero, un’altra invece sarà operativa nell’area stallo post-vaccino per la supervisione dei vaccinati nei 15 minuti successivi all’iniezione.

    “Da un anno ormai – afferma il sindaco Francesco Casini – il mondo della Protezione civile e del volontariato stanno dando un contributo imprescindibile per la gestione dell’emergenza. Con servizi come la consegna dei farmaci ospedalieri, la spesa a domicilio, la distribuzione delle mascherine alla popolazione e molto altro”.

    “Adesso – aggiunge – il loro ruolo sarà fondamentale per supportare il personale sanitario dell’Osma nello svolgimento dell’attività vaccinale, quanto mai vitale nella battaglia contro il virus. Un gioco di squadra che ancora una volta ci mostra come dalla pandemia usciremo solo grazie allo sforzo e all’impegno di tutti”.

     

    “Agli operatori della Protezione civile – conclude il sindaco – ai volontari e a tutti i professionisti del nostro ospedale in prima linea dall’inizio dell’emergenza, un grazie di cuore a nome delle nostre comunità”.

    “La campagna vaccinale rappresenta una strategia fondamentale nella lotta contro Sars-CoV-2” dichiara il direttore dell’ospedale Santa Maria Annunziata, il dottor Andrea Bassetti.

    “Nelle prossime sedute vaccinali – anticipa – sono programmate circa 300 vaccinazioni al giorno: il contributo della Protezione civile e delle associazioni di volontariato, a cui va il nostro ringraziamento, saranno indispensabili per supportare il personale sanitario.

    “Al fine di evitare assembramenti – conclude Bassetti – garantire il rispetto delle norme anti-contagio e il regolare svolgimento dell’attività vaccinale”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA 

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...