spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 6 Ottobre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Avvistato da una ragazza, alla fine era… a mangiare sotto un fico nella zona del Lonchio

    ANTELLA (BAGNO A RIPOLI) – Lo sappiamo, non è ovviamente una notizia di quelle destinate (nei giornali di carta) a stoppare le rotative: ma secondo noi, nel suo piccolo, è una notizia che ci strappa un sorriso.

     

    Walt, il maiale vietnamita dell'antellese Niccolò Berni, scomparso ai primi giorni di settembre (clicca qui per leggere l'articolo)… è tornato a casa.

     

    Ieri mattina attorno alle 8 una ragazza di Antella ha visto passare il nostro "scomparso" di fronte a casa sua: lo conoscono tutti Walt, del resto non sono molti gli antellesi che possiedono… un maiale vietnamita.

     

    Ha avvisato subito il proprietario che si è precipitato e ha trovato Walt intento nella pacifica operazione di mangiare i frutti di un fico nella zona del Lonchio. Aveva qualche graffio sulla cotenna, segno di qualche zuffa con altri animali. Forse cinghiali con i quali può aver provato a imbrancarsi.

     

    Walt era uscito dal suo recinto alle pescaie, lungo il fiume Isone, in via del Borro di San Giorgio. Inutili le ricerche nei boschi circostanti anche se qualcuno diceva di averlo avvistato mentre cercava da mangiare nel sottobosco.

     

    In questi giorni la preoccupazione era che rimanesse fuori fino all'apertura della caccia… al cinghiale.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...