spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 21 Luglio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    “Zia Caterina sta affrontando complicanze severe da Covid: è il momento di starle vicini”

    Dai canali social che la seguono, l'aggiornamento dal suo ricovero: "Chiediamo a tutti di continuare a incoraggiarla, dedicarle un pensiero o una preghiera"

    PONTE A NICCHERI (BAGNO A RIPOLI) – Zia Caterina, Caterina Bellandi, è stata ricoverata per giorni presso l’ospedale Santa Maria Annunziata di Ponte a Niccheri. Poi in terapia sub intensiva a Careggi.

    Dall’OSMA, a pochi passi peraltro da casa sua, dove ha aperto da poco la “Tana dei Supereroi”, aveva avuto anche la forza di lanciare un appello.

    Di affrontare la malattia guardando avanti. Guardando agli altri. Trovando la forza nelle difficoltà. Vedendo la malattia come opportunità.

    Zia Caterina ricoverata a Ponte a Niccheri, da lì il suo appello: “A questo ospedale serve ammodernamento”

    Ieri, dai canali social che la seguono (Milano 25 Onlus), è arrivato un “aggiornamento dall’ospedale”. Stavolta, come detto, dalla sub intensiva di Careggi.

    “Zia Caterina – si legge – sta affrontando una complicazione clinica severa a livello polmonare per una reazione autoimmune generata come risposta al Covid”.

    “Chiediamo a tutti – proseguono – di continuare a incoraggiarla, starle vicino, dedicarle un pensiero o una preghiera per la sua pronta guarigione perché Caterina ha bisogno di questo amore che genera vita”.

    “Dal suo letto di ospedale sogna – aggiungono – pensa ai nuovi progetti e organizza i prossimi mesi in maniera instancabile ed ogni vibrazione positiva aiuta le sue difese immunitarie a combattere”.

    “I prossimi appuntamenti pubblici della prima metà di febbraio di Zia – annunciano – saranno ovviamente rimandati, con grande dispiacere”.

    “Le visite in ospedale – precisano – viste le condizioni mediche attuali, saranno ridotte e sarà prestata la massima attenzione ma non sospese”.

    “Continueremo ad aggiornarvi – promettono – perché questa energia di bene che la sta sostenendo non si spezzi e si rafforzi”.

    “Lo faremo – concludono – come volontari di Milano 25, anche perché Caterina ha sempre creduto che la malattia non è un’onta, ma un’opportunità per dimostrare il meglio della nostra umanità. Ora è il nostro momento di sostenerla! Forza Caterina”.

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...