spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 5 Dicembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    C’era una volta il Paese dei Balocchi… domenica 9 ottobre a Tavarnelle

    Truccabimbi, giocolieri, acrobati e animatori; spettacoli di teatro dei burattini, tiro alla fune, corsa con i sacchi e bandierina. Un angolo Lego...

    BARBERINO TAVARNELLE –  Il mondo dei balocchi, con la sua colorata carovana di giochi, laboratori e attività ludiche, sbarca per le vie e le piazze di Tavarnelle.

    La festa dei più piccoli torna ad invitare e a coinvolgere le famiglie nel viaggio delle meraviglie, in un percorso interattivo, fatto di parole, suoni e sorrisi nel segno della cultura dell’infanzia.

    La terra che ha dato i natali e ha ospitato alcuni degli intellettuali più celebri del Medioevo e del Rinascimento, da Francesco da Barberino a Domenico Ghirlandaio, da Galileo Galilei a Michelangelo, propone un tuffo nella creatività formato famiglia.

    La domenica del divertimento a misura di bambino, in programma il 9 ottobre dalle ore 10 alle ore 19.30, in piazza Matteotti, via Roma e piazza Cresti a Tavarnelle, è promossa dal Comune di Barberino Tavarnelle ed organizzata da Colleventi.

    Gli spettacoli di teatro dei burattini si alterneranno a vari giochi di gruppo come tiro alla fune, corsa con i sacchi e bandierina e il gioco del Cervellone, un gioco multimediale con maxischermo e pulsantiere che invita bambini e adulti a sfidarsi nella gara di quiz più divertente al mondo.

    Truccabimbi, giocolieri, acrobati e animatori arricchiscono il programma della festa proponendo in vari angoli del centro storico di Tavarnelle intrattenimenti e laboratori creativi a più riprese.

    In piazza Matteotti dalle ore 10 parte l’area gonfiabile fino alle ore 19, mentre in via Roma mercatino, in piazza Cresti dalle ore 15.30 prende il via il punto animazione. La giornata propone anche un angolo Lego con attività laboratoriali e un punto lettura ad alta voce.

    Una delle attrazioni più divertenti del Paese dei Balocchi è l’ampio parco giochi attivo sin dalla mattina in cui i più piccoli potranno sbizzarrirsi giocando a Forza Quattro, versione gigante, con il triplo canestro basket, la porta calcio gonfiabile, il maxitiro a freccette, gli scivoli e i salterelli, mini quad e tante altre piccole attrazioni.

    Sempre all’interno dell’area a pagamento sarà presente un’area “morbidosi” per bambini fino a 3 anni. Una parte del ricavato della giornata sarà devoluta all’ospedale pediatrico Meyer nell’ambito del progetto Soccorso Clown.

    “E’ una giornata dedicata interamente al divertimento e alla spensieratezza dei più piccoli che, dopo il successo delle scorse edizioni, riproponiamo a Tavarnelle, per le vie del centro storico, con un programma ricco di stimoli, giochi e attività per tutte le età” dichiara l’assessore allo sviluppo economico Tatiana Pistolesi.

    “Ci auguriamo – conclude – che l’evento possa offrire una piacevole occasione di stare insieme, invitare a fare una gita in famiglia nel nostro territorio e favorire la socializzazione e la cultura delle relazioni, aspetto fondamentale della nostra quotidianità di cui intendiamo riappropriarci dopo le restrizioni imposte dal Covid”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...







    I Cammini dell'Acqua